AGGIORNAMENTO DEL 28 Giugno 2015

30IMMIGRATI

Questa storia continua a circolare, hanno cambiato le foto dei segnalati, ma per il resto è la stessa di un anno fa, tutto quanto scritto sotto resta valido, ma suggerisco a tutti di smettere di leggere le testate che hanno riportato la notizia. Quelle che ho visto sono testate che mischiano informazioni reali copiate da testate nazionali, con notizie totalmente inventate in base ai trend giornalieri di Google, giusto per fare visualizzazioni e click, ed infine un mix di disinformazione e fuffa a sfondo politico…

Se l’avete trovata su blog e pagine pubblicate nell’ultimo mese sapete con certezza che non sono pagine di cui fidarsi, visto che, senza verifica alcuna, stanno riprendendo una notizia VECCHIA! Continuare a seguire siti che attuano questa linea editoriale è sciocco, non saprete mai se quanto vi dicono è reale o solo verità manipolate, come in questo caso, perché, come vi spiegavo tempo fa:

La notizia non è del tutto una bufala!

Sono stati arrestati degli immigrati in Gran Bretagna in merito ad uno stupro e altre molestie sessuali nei confronti di alcune giovanissime ragazzine. Ma non si tratta di 30 indiani, ma di 5 persone 2 adulti e tre minorenni per lo più provenienti dall’est europa (cechi e slovacchi) e un curdo.

La notizia su tanti blog italiani è stata data così:

Una ragazzina è stata vittima di una gang di pakistani. E’ stata violentata da 30 uomini in sole sei ore, tra cui un padre e il figlio studente. E’ accaduto in Inghilterra, dove ormai è allarme sulle violenze compiute da ‘Asiatici’, eufemismo che sta per ‘pakistanti o indiani’. Lo stupro è durato oltre sei ore e comprendeva un padre e un figlio, che era in uniforme scolastica, e tassisti. Quelli che i Renzi vorrebbero anche in Italia con la ‘liberalizzazione’ delle licenze.

Tanto per rinverdire un po’ di sano odio razziale…

La storia è comunque orrenda, e siamo tutti d’accordo che i 5 meritino la galera, ma le cose non sono esattamente come raccontate. Innanzitutto le ragazzine sono 5 e non una, mentre gli sfruttatori non erano 30 ma 5. Non vi erano nuclei familiari coinvolti (qui ci raccontano che c’erano un padre e un figlio tra i partecipanti alle violenze, ma non ne ho trovato conferma su nessuna delle fonti ufficiali), ma solo un gruppo di minorenni (+1 adulto) spacciatori di droga che ha usato il proprio “potere” per abusare di giovanissime non in grado di difendersi o capire quanto ci fosse di sbagliato nella cosa. I fatti risalgono ad un periodo di circa 6 mesi tra il 2011 e il 2012. Qui uno dei tanti articoli della BBC in merito.

Non c’è bisogno di stravolgere una storia già di per se così brutta per far venire i brividi ai propri lettori, se lo si fa si dimostra ampiamente che sotto sotto c’è un chiaro intento (politico e/o sociale).

Siate Utenti, non uTonti, non fidatevi mai di quanto leggete in giro, cercate di verificare le fonti, sempre, anche quando leggete un pezzo su Butac.