CROCPCIRCLE

I cerchi nel grano spesso sono bellissime opere d’arte realizzate con grande fatica da ignoti artisti notturni. Questi cerchi hanno sempre scatenato la fantasia di tantissimi, fin dalle loro prime apparizioni negli anni ’70. C’è gente che ci ha fatto piccole fortune sopra, vendendo libri con ipotesi fantascientifiche; anche oggi qualcuno resta sempre dubbioso su chi sia l’autore e come siano stati fatti quei famosi cerchi.

Alcune testate sfruttano la cosa proprio per attirare i click degli utenti e la cosa mi starebbe benissimo… ma quando da un piccolo articoletto, passato su Facebook da una testata che si dimostra molto seria nel passare l’informazione, si arrivi ad un titolone sensazionalistico attira uTonti, mi girano e non poco.

Qui la fonte dell’ultimo avvistamento, che spiega chiaramente:

CERCHI NEL GRANO A MILANO MARITTIMA
La notte tra il 19 e 20 Giugno è comparso questo Crop Circle a Cervia nei campi di grano vicino al Waterski Club.

I famosi cerchi nel grano (in inglese crop circles), o agroglifi, sono aree di campi di cereali, o di coltivazioni simili, in cui le piante appaiono appiattite in modo uniforme, formando così varie figure geometriche ben visibili dall’alto. A seguito del numero crescente di apparizioni di queste figure (soprattutto in Inghilterra) a partire dalla fine degli anni settanta del XX secolo, il fenomeno dei cerchi è diventato oggetto d’indagine per determinare la genesi di queste figure.

Si sa con certezza che molti cerchi, compresi quelli di complessità maggiore, sono realizzati dall’uomo, come ad esempio quelli realizzati da Doug Bower, Dave Chorley e John Lundberg. Bower e Chorley, che diedero l’avvio alla moda del disegno dei cerchi nel grano in Inghilterra negli anni ottanta, furono poi insigniti del Premio Ig Nobel nel 1992 per l’ideazione della loro burla.

Non esistono prove scientifiche che un cerchio nel grano abbia mai avuto origine diversa da quella umana, ma solo ipotesi pseudoscientifiche.

Quindi BELLI DA VEDERE ma nessun ALIENO è giunto in Romagna.

Repubblica propone così la stessa foto.

misterocrcopcircle

Romagna, quei cerchi perfetti nel grano

Diametri perfetti, un disegno elaborato che pare tracciato con la matita. Questi cerchi nel grano sono stati scoperti a Cervia-Milano Marittima, le foto pubblicate da Emilia Romagna Meteo. In rete si sprecano le interpretazioni: ch vi vede una rappresentazione di Giove, chi di un fungo visto da sotto, simbolo di morte e rinascita, chi la rappresentazione di un’eclissi, proprio a ridosso del solstizio d’estate

Nessun mistero, se non il nome dell’autore di questi cerchi. Per attirare lettori si è disposti pure a vendere la fuffa.

Quanto mi piacerebbe che anche Repubblica facesse come il CICAP. E invece no: bisogna spingere la gente verso la credenza più assurda. Dimostrassero come anche questo cerchio nel grano, COME TUTTI I PRECEDENTI, sia prodotto dall’uomo. Nessun mistero.

Paolo Attivissimo ne aveva parlato qui, ma non è solo! Gli autori dei cerchi vengono chiamati circlemaker e non c’è alcun mistero da risolvere. Ma si sa, siamo uno di quei paesi in cui ancora si va dalla maga a farsi levare il malocchio…

maicolengel at butac.it