eticalatte

Circolano da tempo immemore articoli che narrano quanto faccia male il latte e quanto sia il caso smettere di berlo, che sia perché causa l’osteoporosi, o perché aumenta il rischio di cancro al seno, o mille altre ragioni, quasi sempre in principio basate sulle idee e gli scritti di un personaggio interessante: Robert Cohen, not the milkman. Mi è già capitato di debunkare qualche pezzo sul latte, quindi vi rimando qui, qui, qui e qui per alcune sbufalate fatte in quest’anno, stavolta voglio parlare di Robert Cohen e di un certo tipo di etica.

Chi è Robert Cohen?

Cohen è l’autore  di svariate pubblicazioni contro il latte, e vede nel latte una delle principali cause di male nel mondo, lo fa in quanto vegano? In quanto animalista? In quanto non gli piace il latte? Non lo so, ma cercando informazioni su di lui mi sono imbattuto in un mondo, un mondo di gente divisa da una guerra dettata dall’etica. Si perché Choen è stato dimostrato ampiamente essere una FRODE, un personaggio che modifica dati a suo piacimento, che inventa lauree e professioni, che mente…solo per portare acqua al proprio mulino, un fuffaro della peggior specie. Ma la cosa bella è che  non l’hanno denunciato i debunkers il suo esser fuffa, ma un sito vegano (VegSource), già nel 2002, DODICI anni fa, portando prove su prove e scrivendo svariati articoli in merito, voglio solo tradurvi l’introduzione agli articoli dedicati a Cohen, vale la pena:

June 20, 2002 — No matter what reason brings a person to vegetarianism, ethics play a role. We do it because it’s the right thing to do for our health, our environment, or the animals used for food.

The same ethics that move you to a plant based diet require you to show honesty and integrity in the way you act when promoting vegetarianism. You can’t take the easy way out, embracing anyone who supports your agenda simply because they say they’re “on the same team.”

Honesty and integrity — a respect for truth — has motivated numerous top vegetarian and vegan experts, scientists, MDs, authors and activists to arrive at the same conclusion: Robert Cohen is a fraud. Cohen, who sometimes calls himself the “notmilk man,” is abusive and dishonest. He also has a propensity for fabricating scientific data which has time and again been shown to be not only worthless, but potentially dangerous. His character and background make him highly unsuited to be an advocate for a dairy-free or vegetarian lifestyle — or anything else, for that matter.

VegSource has run numerous articles over time documenting Cohen’s unscrupulous excesses. Several leading vegetarian advocates have publicly and privately repudiated Cohen and his tactics. ….

He’s wasted enough of our time.

Che tradotto:

20 Giugno 2002 – Non importa quali siano i motivi che portano una persona a diventare vegetalista, l’etica gioca (sempre) un ruolo. Lo facciamo perché è la cosa giusta da fare per la nostra salute, il nostro ambiente, o gli animali utilizzati come cibo.

La stessa etica che ci porta ad una dieta vegetalista richiede di mostrare onestà e integrità nel modo di agire nel promuovere il vegetalismo. Non si può prendere la strada più facile, abbracciando chi sostiene l’agenda semplicemente perché giochiamo “nella stessa squadra”.

L’onestà e l’integrità – il rispetto per la verità – ha motivato numerosi top (famosi?) vegetariani e vegani esperti, scienziati, medici, autori e attivisti che sono arrivati alla stessa conclusione: Robert Cohen è una frode. Cohen, che a volte si fa chiamare il “notmilk man,”è insolente e disonesto. Ha anche una propensione a fabbricare dati scientifici, che hanno più volte dimostrato di essere non solo senza alcun valore, ma potenzialmente pericolosi. Il suo carattere e il suo background lo rendono altamente inadatto ad esser  difensore di uno stile di vita  vegetariano con o senza latticini – o qualsiasi altra cosa, in quel campo.

VegSource ha pubblicato numerosi articoli nel tempo che documentano gli eccessi senza scrupoli di Cohen. Alcuni dei principali sostenitori dello stile di vita vegetariano hanno pubblicamente e privatamente ripudiato Cohen e le sue tattiche. …

…Ha sprecato abbastanza del nostro tempo.

L’avete letto con attenzione vero? Questo è uno di quei pezzi da incorniciare…ed ogni volta che su uno dei siti che seguite viene citato Cohen andrebbe postato il link all’articolo, e successivamente cancellato il sito dal bookmark…Chi linka e condivide i pensieri di Cohen non ha fatto alcuna ricerca in merito, non sa chi sia il personaggio, ma siccome difende la causa va condiviso…e questo è sbagliato.

Tornando a Cohen, per capire la fuffa di questo personaggio, negli anni ha pubblicato svariati libri che si trovano su Amazon, nella sezione About the author si era attribuito una laurea che è risultata inesistente…e amazon ha provveduto a cancellarla dalla pagina (questo già nel 2002).

cohen2

Non si scaglia solo contro il latte, ma è tra i sostenitori di anti ogm, anti vaccinismo, insomma è anti…

Dal link a Vegsource trovate volendo gli articoli pre 2002 già scritti in merito, molti dei quali sono stati aggiornati, ovviamente tutti in inglese. Per fortuna, Cohen sembra siano anni che non aggiorna le proprie pagine, ma gli idioti che ne condividono i testi sono tanti, troppi…

 

E scommettiamo che in tanti mi commenterete che: eh si, però è provato che il latte fa male

Got-Milk

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!