I rom, la Raggi e la disinformazione

[message_box title=”NOTIZIA” color=”red”]Il Comune di Roma ha stanziato 800 euro per ogni rom residente nel territorio, per aiutarli a lasciare i campi in cui vivono, il tutto senza pensare minimamente agli italiani in situazioni disagiate.[/message_box]

[message_box title=”FATTI” color=”green”]I 3,8 milioni stanziati dalla giunta Raggi sono messi a disposizione dall’Unione Europea proprio per risolvere il problema dei campi rom; non potrebbero essere usati in altra maniera, e come Roma altri comuni stanno cominciando a usufruire di questi fondi.[/message_box]

Raggi

Sempre dalle solite pagine uscite direttamente dal cassonetto dell’indifferenziata mi state segnalando l’ennesimo video indignato, accompagnato da questo testo:

Il Comune di Roma ha stanziato 800 euro a ogni famiglia Rom; è un fatto molto grave, dal momento che moltissimi cittadini romani vivono per STRADA
Se anche tu non ne puoi più di queste ingiustizie CONDIVIDI!!

Il video è datato 3 giugno 2017 e fa riferimento evidentemente a manovre intraprese dal sindaco Raggi. L’attacco è forte, perché deve parlare alla pancia di chi vede il video, indignare il più possibile per spostare preferenze elettorali, è così che ormai si fa politica nel nostro paese: indignando.

Ma la notizia è affidabile? No, la notizia non è affatto affidabile, si tratta di disinformazione volta ad attaccare la Raggi e l’amministrazione comunale di Roma, senza spiegare alcunché.

Come spiegava invece Altalex il 31 maggio:

A Roma si è da poco concluso il censimento dei campi, realizzato dalla Polizia locale, da cui emerge che ad oggi negli attuali 9 villaggi la popolazione rom è pari a 4.500 persone. Il piano partirà dai campi La Barbuta (656 persone organizzate in circa 100 nuclei familiari) e La Monachina (115 persone in circa 30 nuclei familiari): saranno chiusi entro 2 anni tramite l’utilizzo di 3,8 milioni di fondi europei disponibili sul bilancio comunale 2017.

…L’Italia ha avuto per anni a disposizione fondi europei che non ha mai utilizzato, continuando a spendere tra i 24 e i 30 milioni annui per mantenere in vita i campi: noi con risorse europee iniziamo un percorso di superamento che da anni Roma e l’Italia chiedevano.

Quindi sì, è vero, c’è un piano per sgomberare i campi rom; piano basato su direttive europee e finanziato da soldi europei, gli stessi che sarebbero disponibili da anni ma che nel nostro paese si fa fatica a usare. I soldi disponibili sono stanziati proprio per sgomberare i campi rom, quindi non potrebbero essere usati per gli italiani, non vengono da fondi italiani ma comunitari, e quindi non è lo Stato a stanziarli. Sostenere il contrario è da sciocchi che stanno solo cercando di spacciare pupù per Nutella, non fidatevi, togliete il vostro like da pagine che condividono questo tipo di messaggi, non meritano il vostro supporto, non stanno facendo controinformazione come vogliono farvi credere, ma solo spacciando fuffa.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!

PS
Mi si accusa spesso di essere di parte, in questo articolo difendo apertamente la manovra della giunta Raggi, tutti gli articoli di BUTAC ricevono commenti di followers e haters nel giro di cinque minuti dalla pubblicazione, questo invece sui social è passato nel totale silenzio, facciamoci delle domande e diamoci delle risposte…