Questa non potevo farmela scappare, è troppo bella, ricorda quelle altre due che vi ho pubblicato sulle scie chimiche e gli aerei cisterna…è degna di una trama di un film, anche se stavolta non parliamo di chemtrails ma di alieni!!!

Narra la leggenda che fin dal 1983 i governanti del mondo sappiano di un piano d’invasione da parte di una razza aliena non meglio identificata, ed è da allora che si preparano a salvarsi da quest’invasione! Il tutto OVVIAMENTE nel più totale segreto, altro che wikileaks qui stiamo parlando del segreto tenuto meglio nascosto nella storia dell’umanità…ooops no, decisamente no visto che siamo qui a parlarne!

Comunque la storia parte dai giorni nostri, raccontando come la FEMA, agenzia federale americana per il controllo delle emergenze, stia piazzando segnali sui marciapiedi delle città americani, si tratterebbe di piccoli segni fatti con lo spray, di colori rosso e blu…a sostegno della cosa vengono mostrate immagini appunto che supportano il testo e vediamo ingrandimenti di marciapiedi con appunto crocette rosse o blu, ma perché c’interessano queste crocette? E’ presto detto, nel lontano 2008 (sempre secondo gli autori di questo fantastico racconto di science fiction) un politicante norvegese rilasciò sconcertanti dichiarazioni alla stampa a mezzo lettera (ANONIMA; quindi chi fosse non ci è dato saperlo)…vi riporto le parti che ho trovato sui siti che ho visitato:

Sono un politico norvegese. Vorrei parlare delle cose difficili che accadranno dal 2008 al 2012. Il governo norvegese sta costruendo basi sotterranee e bunker in numero sempre maggiore. Israele e molti altri paesi stanno facendo la stessa cosa. Quando ho chiesto spiegazioni, hanno semplicemente risposto ‘per proteggere il popolo norvegese’.
Ho chiesto anche quando avrebbero pensato di terminare il lavoro e la risposta è stata ‘prima del 2011′. La prova di quello che sto dicendo è nelle fotografie che ho mandato di me stesso e di tutti i Primi Ministri che ho avuto cura di incontrare mettendoli al corrente della questione. Loro sanno tutto ciò che sta per accadere, ma non vogliono assolutamente fare allarmismi o creare panico di massa.

Il pianeta X sta arrivando e la Norvegia ha cominciato con l’approvvigionamento di cibo e sementi nella zona di Svalbard e nel Nord Artico con l’aiuto degli Stati Uniti e dell’Unione Europea. Salveranno solamente che fa parte dell’élite di potere e coloro che potranno ancora creare o costruire: dottori, scienziati e così via. Quanto a me, già so che partirò prima del del 2012 per l’area di Mosjoen, dove si trova un’agevole base militare sotterranea. Lì saremo divisi in settori: rossi, blu e verdi.

I distintivi dell’esercito norvegese sono già stati dati e gli alloggi costruiti molto tempo fa. La gente che sarà lasciata sulla superficie morirà insieme a tutti gli altri, non riceverà alcun tipo di aiuto. Il piano è che due milioni di norvegesi si salveranno e gli altri moriranno. Tutti i settori e le arche sono collegati tra loro attraverso tunnel e un sistema di comunicazione di binari per macchine che possono portare da un’area a un’altra. Sono molto triste, spesso mi ritrovo a piangere insieme ad altri che sanno che così tanti verranno a sapere la verità troppo tardi e che tutto finirà per loro. E’ fin dal 1983 che i governanti raccontano bugie, tutti loro sono a conoscenza di ciò che succede in Norvegia, ma pochi lo diranno apertamente, hanno troppa paura di perdere il NOAH 12 railcar che li porterà alle arche, mettendoli in salvo. Se lo dicessero a qualcuno, morirebbero sicuramente. 

Io non sono preoccupato per me, il genere umano deve sopravvivere, la specie deve sopravvivere. La gente deve sapere. Tutti i governanti sono consapevoli della situazione e di ciò che sta per accadere. Alle persone che vorranno provare a salvarsi, consiglio di spostarsi in posti alti, di trovare grotte o caverne dove poter stipare riserve di cibo per almeno cinque anni, scatolame e acqua che duri per un po’. Per chi se lo può permettere suggerisco anche pillole antiradiazioni e tute spaziali. Possa dio aiutare tutti noi… ma so che dio non ci aiuterà. Abbiamo quattro anni per prepararci alla fine dei giochi. Armatevi, create gruppi di sopravvivenza e trovate un luogo per potervi salvare con cibo a sufficienza. Guardatevi intorno: stanno costruendo basi e bunker sotto terra, ovunque. Aprite gli occhi gente! Chiedete ai governanti cosa stanno costruendo, vi risponderanno che è solo immagazzinamento di cibo; vi renderanno ciechi con tutte le loro bugie.

Avete letto per bene? Tutto? Bravi, ora capite cosa siano quei segni rossi apparsi sui marciapiedi, le zone blu sono per quelli da salvare quelle in rosso per quelli che verranno abbandonati al proprio destino. Modo più subdolo di farti sapere che “No, sull’arca della salvezza posto per te non c’è” non l’hanno trovato!

L’articolo originale in italiano è accompagnato da un video che trovate anche qui:

Come potete vedere è composto da tre segmenti differenti uniti fra loro, uno è un servizio ABC sulle X dei marciapiedi, uno un segmento di una conferenza stampa con un qualche tipo di poliziotto e l’ultimo un servizio sempre ABC su un auditorium a prova di tornado costruito a Lumberton Texas, è importante aver presente che le TRE COSE non sono collegate fra loro e solo nel terzo caso si parla di FEMA!

Insomma l’abile montatore vuole convincerci che siano tre elementi connessi fra loro, ma dei tre l’unico interessante è quello centrale, che ho trovato (sempre su un canale complottista) in versione integrale:

Andrebbe ascoltato tutto, si tratta di un video di una conferenza stampa per le presidenziali del 2008, il signore è un sostenitore dei repubblicani (si quelli di Bush e della Palin, proprio loro). Da subito ci fa capire di che pasta sia fatto, prima parla di Edgar Hoover tenendo a precisare quanto siano false le voci sulla sua omosessualità, poi ci narra del 9/11 sostenendo di avere le prove dell’inside job e infine arriva all’argomento punti blu rossi (e rosa) sulle cassette postali americane. Insomma il signore sostiene che quelli fossero (nel 2007/8) segnali da parte delle agenzie segrete governative per quando (perse le elezioni), invasi da forze straniere,  fosse entrata in vigore la legge marziale. I simboli avrebbero segnalato cosa fare con gli abitanti dell’abitazione, punto (non crocetta eh) rosso gli avrebbero sparato in testa sul posto, punto blu sarebbero stati tratti in salvo dalla FEMA e infine punto rosa sarebbero stati ottimi schiavi (le quote rosa son sempre importanti)!

Che dire siamo nel 2013, i repubblicani han perso le elezioni e nessuno è ancora stato schiavizzato o altro.

Ma allora i segni colorati davanti alle case?
Snopes pochi giorni fa invece che di segni rossi e blu parlava di adesivi sulle mail box, e sbufalava il tutto qui:
http://www.snopes.com/politics/conspiracy/femastickers.asp

Sui segni sui marciapiedi non ho trovato fonti precise, ma succede anche da noi, è pratica comune per aziende che fanno disinfestazioni e pulizie fognarie segnalare le zone in cui sono passati e in base al colore usato che intervento è stato fatto, c’è chi lo fa con gessetti, chi con spray, dipende…si usano anche per segnalare altre cose, tipo passaggio tubature acqua (blu) gas (rosso) in caso nella zona debbano venir fatti degli scavi, insomma di spiegazioni più semplici e normali ce ne sono a bizzeffe…ma ci tenevo tanto a farvi leggere il documento del “Politico norvegese” da non poter aspettare che qualcuno trovasse con precisione la ragione di quei gessetti! E comunque che fosse una NON notizia lo si capiva bene dalla faccia del poliziotto intervistato dall’abc (non quello in comizio politico)…fatica a trattenere la risata.

Che dire, il mondo complottista è bello così, FANTASIOSO!

Qui trovate l’appello in italiano che mi ha segnalato uno di voi:
http://www.segnidalcielo.it/2013/11/05/stati-uniti-la-fema-attiva-le-linee-rosse-e-blu-davanti-alle-abitazioni-cosa-sta-succedendo/