SPETTACOLO! È forse arrivato il circo?

0
62

Ci avete segnalato questo video su YouTube, che come al solito non linkeremo, ma che ha già superato le 18mila visualizzazioni (sul canale su cui ce lo hanno segnalato: l’originale raggiunge le 250mila).

Certo capisco che sdraiati sotto un ombrellone, subito dopo un bel piatto di linguine con le vongole, la visione di certi video possa favorire la pennichella pomeridiana, però potete appisolarvi tranquillamente anche risolvendo giochi di enigmistica o ascoltando musica, o in qualsiasi altro modo che non sia regalare visualizzazioni a canali che, oltretutto, prendono i video fatti da altri (in questo caso l’onnipresente ByoBlu) e li ricaricano sul proprio, così da intasare ulteriormente la piattaforma senza nemmeno cercare di fare lo sforzo di produrre un contenuto originale.

Dopo essermi sorbita ben 33 minuti e mezzo posso decisamente affermare che stavo meglio prima di sapere dell’esistenza di questo soggetto. Mi rifiuto di trattare ogni singola inesattezza che dice, anche perché Juanne Pili e David Puente su Open lo hanno già fatto molto bene, e ne dice per 33 minuti. Inizialmente pensavo fosse un comico, giuro, del resto il video comincia con “SPETTACOLO!”

Poi mentre blaterava, molto seriamente, di virus letali e del fatto che dovremmo essere tutti morti a causa di questo virus letale ho letto qualche commento e ho capito che no, non è un comico. Peccato, perché se avesse condito questo suo spettacolino in maniera diversa poteva venirne fuori qualcosa di comicamente decente.

Le uniche cose sicuramente giuste che dice sono due, una all’inizio: “Non sono un virologo, non sono un medico e nemmeno un infermiere” e una alla fine: “Potrei anche essermi sbagliato su alcuni fatti, o averli interpretati a modo mio”.

Nel mezzo c’è di tutto: disinformazione, inesattezze sulle date, errori di matematica, incapacità di comprensione dei testi (ma forse questo rientra nell’interpretazione a modo suo dei fatti), becero complottismo, negazionismo, una punta di razzismo che non guasta mai, citazioni del laureato in Farmacia più famoso d’Italia che ormai è presente in qualsiasi video del genere ed è quasi più fastidioso della rucola, attacchi al sistema e al Governo, antivaccinismo, insulti molto velati verso noi povere pecore che crediamo a tutto quello che ci viene propinato dai media (ovviamente pagati per disinformare) in materia di coronavirus e pandemia.

Video come questi hanno solo uno scopo: istigare il popolo a ribellarsi alle attuali e alle future disposizioni in materia di sanità pubblica. E sapete a cosa porterà tutto ciò? A un nuovo lockdown, se non a qualcosa di peggio.

Non volete credere ai numeri che si trovano sui canali istituzionali italiani? Liberi di farlo, potete sempre andare a controllare su questa bellissima mappa del CSSE, aggiornata quotidianamente. Potrete vedere con i vostri occhi i risultati ottenuti dai Paesi che il lockdown lo hanno attuato in parte o troppo tardi come USA e Brasile, Paesi che il soggetto cita a inizio video come paesi “liberi” da tutte le restrizioni a cui siamo stati sottoposti noi e che, nonostante una pandemia causata da un virus letale, mica sono tutti morti [semicit. dal video].

Vi basti questo, non intendo approfondire minuto per minuto la marea di cazzabubbole che ha diffuso, anche perché se fate una ricerca qui su BUTAC troverete che molte sono già state trattate in questi mesi. E se volete credere a questo soggetto, fate pure, ma per favore state alla larga da me, molto più di un metro di distanza.

Come dice sempre maicolengel, non credo serva aggiungere altro.

Thunderstruck @ butac . it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!