GRAZIE-HOPE

A volte a demistificare tutti i giorni le notizie che girano in rete ci si deprime un po’. Vedere segnalare sempre le stesse storie che abbiamo già trattato, storie che alcuni lettori neppure si prendono la briga di cercare sul nostro blog… la pigrizia è tale e tanta che si fa prima a segnalare e sperare che rispondiamo con un link che sbufali la cosa. A volte ci si stanca, davvero tanto, e magari per qualche giorno si svanisce, come ho fatto io tra capodanno e la befana, perché c’è bisogno di staccare, di allontanarsi, di riuscire a vedere anche quel mondo migliore fatto di amici di cui ci si fida e di meno complotti contro l’umanità.

Poi si ricevono mail come questa:

Ormai ho 48 anni e per quanto mi ritenga giovanile e sempre in crescita ho un’età in cui il cervello dovrebbe ormai essersi ormai irrigidito. Invece devo tributarvi il merito di avermi fatto cambiare la visione, l’approccio all’informazione. Cioè non è che mi senta proprio un illuminato, anzi mi riscopro un po’ rozzo e boccalone, a volte più confuso di prima … Ma mi avete donato il tarlo, non quello complottista ma quello del curioso, quello dell’esploratore, di colui che comincia a credere di poter capire qualcosa o meglio di potersi difendersi dalle più lampanti fregature e manipolazioni. E comincia a funzionare, comincio a verificare, a scoprire le informazioni tarocche, comincio a mettere il ditino nella marmellata e a farmi odiare da qualcuno. Solo perché chiedo una informazione corretta ed eventualmente la coerenza della smentita. Sto cominciando a rintracciare le fonti, a non aver paura di leggermi pagine in inglese. Sento che sto diventando grande. Spero di diventare adulto prima di riscoprirmi vecchio. Grazie a Voi, ai vecchi e ai nuovi di BUTAC, grazie a Salvo e al Suo Medbunker, grazie anche al CICAP nonostante il suo snobismo 😉 Grazie a chi mi ha insegnato a pensare in modo diverso, a volere le prove, ad aver imparato a riuscire talvolta a trovarle. Da solo o col Vostro aiuto. Un abbraccio sincero e GRAZIE per la vostra contagiosa passione.

E vien voglia di abbracciare questo lettore. Io e lui non siamo così lontani come età, e Butac anche per me è un ottimo modo per allenare il cervello, per cercare di mantenere in attività neuroni ormai irrigiditi. L’idea che anche un solo dei lettori del nostro blog l’abbia trovato utile fino a spingerlo a scriverci una mail di questo tipo mi riempie di gioia e orgoglio. Ultimamente sono stato attaccato personalmente da un gruppo di strenui difensori delle “medicine alternative”, fuffari che campano sulle disgrazie e sull’ignoranza altrui. Ecco, ricevere una mail come quella qui sopra cancella le minacce, fa sparire lo sconforto, rende la nostra “missione” qualcosa di bellissimo. Anche un solo lettore che riscopra il piacere della verifica dei fatti per noi è una conquista.

Grazie all’autore delle mail, e grazie a soggetti come (in ordine sparso) Lore (che giusto qualche giorno fa è passato a sorpresa a trovarmi dal vivo e ha potuto verificare il mio esser rettiliano umano come tutti voi), Guga, il Signor Carunchio, Ander , Hydra, Pugacioff, Silvio Mario Luciano, Nicholas, Nazareno, Renato, Irene, Elvi Rib, good ol’ Charlie Brown, Ilde, Guido, l’idiota Zen, l’Olandese Volante, Mosco, Dr.Terrible, Elena, Rosangela, Stefano Zona, Nymeria, Giovanna, lamoraromagnola, Angelo, Kevin e Marvyn,  Ettore, e la lista potrebbe proseguire a lungo. Anche se chi partecipa attivamente alla vita di Butac è una nicchia sulle migliaia che ci leggono ogni giorno, siete voi che ci date la voglia di andare avanti, di rimetterci ogni giorno a caccia di informazioni, a verificare fatti.

Aiutateci a migliorare, dateci suggerimenti utili, criticateci se volete, ma per favore fatelo in maniera costruttiva, diteci come pensate potremmo migliorare l’esperienza sul sito, cosa manca, cosa è di troppo (sulla pubblicità ci stiamo lavorando), aiutateci a crescere con voi.

maicolengel at butac.it

Se poi proprio non avete suggerimenti di sorta potete partecipare alla campagna di supporto su Patreon, anche al costo di un semplice caffè.