Sta circolando un post su svariati social che mette in guardia gli utenti dall’usare determinati farmaci in seguito al ritiro disposto dall’AIFA. Il post fa un lungo elenco di medicinali che sarebbero stati ritirati dal mercato o di cui sarebbe stato vietato l’uso.

A seguire, la lista dei farmaci che contengono i principi attivi incriminati: – Subitene – Momentdoll – Arfen – Brufen – Antalfort – Spidifen – Sinifev – Nurofen febbre e dolore bambini – Antalfebal bambini – Actavis – Ginenorm – Cibalgina due fast – Momentact – Moment – Algofen – Antalgil – Calmine – Buscofen – Vicks flu-action – Nurofast – Fenadol – Dealgic – Deflamat – Voltfast – Algosenac – Ribex flu FATE GIRARE- INFORMATE

Ma non è affatto come ve la raccontano. L’AIFA ha disposto il ritiro o vietato l’uso solo dei farmaci che contengono ranitidina, l’elenco è pubblicato sul sito dell’AIFA e non comprende quanto riportato qui sopra.

I farmaci di cui è disposto il divieto d’uso sono:

  • Ranitidina Almus
  • Ranidil CPR
  • Ranidil fiale
  • Ranidil sciroppo
  • Raniben
  • Ulcex
  • Zantac Fiale
  • Zantac sciroppo
  • Zantac compresse
  • Ranitidina DOC generici
  • Ranitidina EG
  • Ranibloc
  • Ranitidina Pensa
  • Ranitidina Alter
  • Buscopan Antiacido
  • Ranitidina ABC
  • Ranitidina SALF
  • Ranitidina Zentiva
  • Ranitidina Hexal

In diverse composizioni.

I farmaci che sono stati ritirati dal mercato sono:

  • Ranitidina HEX
  • Ranitidina Ratiopharm
  • Ranitidina Mylan Generics
  • RANIDIL sciroppo
  • Zantac compresse
  • Zantac fiale
  • RANITIDINA AUROBINDO

Chi mette in circolazione questi allarmismi è un criminale, che dovrebbe pagarne le conseguenze penali. Se avete amici che la stanno facendo circolare per favore fermateli. L’elenco che fanno circolare comprende alcuni antidolorifici, in certi casi adatti anche ai bambini, allarmare le persone facendo si che non li usino è un grave danno per chi necessita di quei farmaci, magari per combattere dolori.

So bene che arrivare al primo che l’ha condivisa sarà impossibile, probabilmente uno dei tanti sostenitori di folli teorie pseudoscientifiche, ma limitare la diffusione di questo allarmismo è importante, e magari aiutare a diffondere il messaggio corretto.

La lista che circola fa riferimento ad articoli di pseudomedicina diffusi da blog quali: “Il mondo delle donne”, “La Voce de senza voce”, “Centro Medico Vesalio” e svariati altri. Gira da anni, e viene spiegata male da tutti. Noi parlammo dello studio a cui fanno riferimento già nel 2014, spiegando che:

TUTTE le medicine hanno possibili effetti collaterali avversi, si tratta sempre di vedere quali siano e come gestirli, tutte le informazioni in merito sono già presenti nel foglietto illustrativo, e il vostro medico sa cosa è adatto a voi; invece che fare da soli è sempre buona pratica chiedere consiglio medico (non su un sito online, ma ad un vero medico).

Ma ci sono troppi gruppi social che amano sconsigliare i farmaci e i medici per cercare di vendere i loro prodotti e terapie a volte innocue (ma inutili) altre volte pure pericolose.

Spero di essere stato chiaro, per qualsiasi altro approfondimento vi rimando alle pagine dell’AIFA.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!