Tra le vostre segnalazioni una ha attirato la mia attenzione.

se vi occupate di fake news su fb questa pagina merita una vostra valutazione https://www.facebook.com/A-Chi-Sacciu-1367289523338541/

Era da un po’ che non mi segnalavate un’intera pagina Facebook e mi sono incuriosito. La pagina si chiama A chi sacciu, e diffonde link quasi esclusivamente provenienti da un singolo blog: webnews24h, sito che risulta registrato a Vito Di Bartolo, vecchia conoscenza per i fact-checker italiani visto che era l’uomo dietro la pagina FB Adesso Fuori dai Coglioni (perdonate la volgarità ma non ne ho colpa), poi diventata a sua volta blog (ora chiuso). Ma è evidente che il nostro Di Bartolo non ha smesso con il suo hobby di condividere (e creare ad hoc) disinformazione xenofoba. AFDC ha chiuso, e lo stesso vale per il blog, ma ora abbiamo una rete di pagine Facebook collegate al blog webnews24h.

Oltre a A chi sacciu (63mila follower) troviamo anche Eclissi Sociale official fan page (circa 50mila follower), Dirby No rules (43mila follower) e immagino ce ne siano altre, tutte fanno riferimento a webnews24h, tutte in un modo o nell’altro diffondono le stesse notizie.

Tutte attaccano gli immigrati come principale problema nel nostro Paese. Il dubbio è che chi sfrutta questa tecnica voglia distogliere l’attenzione dal poco che fanno i loro politici di riferimento, ma questa ovviamente è solo una mia congettura. La fonte di quasi tutte le notizie che vedo pubblicate da WebNews24h è VoxNews, direi che i confini di questa rete siano chiari.

Sia chiaro, non vi sto dicendo che ogni notizia che viene fatta girare da questi blog sia una bufala, ma sono tutte a senso unico, solo e unicamente contro i migranti. Come se il nostro Paese non avesse altre cose a cui pensare. Ma il sistema lo conosciamo bene: gettare sabbia in faccia alla gente perché non veda quel che accade. Manipolare l’informazione affinché il lettore veda solo quello che gli fa piacere, o che conferma i suoi pregiudizi.

È triste vedere come l’italiano medio caschi facilmente in queste narrazioni.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su Paypal! Può bastare anche il costo di un caffè!