Mi avete segnalato un post su una bacheca Facebook.

Via dall’Italia subito!!!! link a sito ilmovimentovaavanti altervista .org – notizia condivisa: “I migranti hanno attaccato la sede della Lega a Venezia gridando: “Salvini e Di Maio avete sbagliato a provocarci”…

Nuovo sito aggiunto alla Black List, e nuovi profili Facebook da tenere sott’occhio come condivisori di fuffa anonima. Il sito in questione fa intendere di essere collegato in qualche maniera al Movimento 5 Stelle, ma le narrazioni che spaccia (per quello che ho potuto vedere, tutte bufale o manipolazioni dei fatti) hanno tutte l’impronta razzista legata all’estrema destra. L’attacco è sempre contro i migranti.

L'”articolo” che mi avete segnalato ad esempio non è un articolo, solo un post Facebook con link, che cliccato riporta alla stessa foto con una riga di descrizione:

I migranti hanno attaccato la sede della Lega a Venezia gridando:”Salvini e Di Maio avete sbagliato a provocarci” video

Il video manca, c’è solo la foto, che mostra dei ragazzi neri con pietre e bastoni. Sullo sfondo un portico con dei negozi. Le insegne non sono in italiano: la foto ovviamente non ha nulla a che vedere con quanto raccontato. Si tratta di disordini ad Haiti in seguito al terremoto di gennaio 2018. Ma l’utente-tipo di siti come Il Movimento Va Avanti non è interessato alla verifica dei fatti, non è interessato neppure a sapere se sia vero o meno che qualcuno ha attaccato la sede della Lega a Venezia.

Le cronache non riportano episodi del genere, è vero che in Trentino sono state attaccate sedi della Lega in ottobre, ma in Trentino e non a Venezia, e per mano di anarchici, non di immigrati.

Ma è curioso notare come una notizia fatta chiaramente per indignare il tifoso leghista venga invece diffusa su un sito che sembra rivolgersi all’alleato che fino a poco tempo fa era un antagonista.

Stessa cosa che era avvenuta col video di Dijsselbloem, trattato da noi il 26 ottobre e prodotto da Pandora Tv, ma diffuso su molti canali del Movimento.

Chissà come stanno le cose…

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!