Ragazzi suvvia ma siete seri?

Non basta cascare nelle boiate che già girano sui social italiani, no, per merito delle traduzioni automatiche ora cadiamo anche in quelle che da noi non sono ancora arrivate…

È davvero deprimente.

È da alcune ore che circolano appelli su Facebook che invitano la gente a scrivere BFF nei commenti ai post per verificare se l’account FB che hanno è protetto. Sull’onda delle polemiche legate alla profilazione di Cambridge Analytica la cosa è diventata virale. Stare sotto al post fa venire i brividi perché il numero di commenti che genera (e che porta ovviamente visibilità estrema alla pagina) è impressionante. Ogni secondo ne compaiono di nuovi.

Lo stesso identico post da noi circola principalmente grazie a una pagina sudamericana che lo pubblica in spagnolo:

Mark nuestro director ejecutivo de facebook,inventó la palabra “BFF” para asegurarse de que su cuenta es segura en facebook,compartan y comenten bff,y si sale verde es porque su cuenta está protegida,pero si no aparece en verde,haga un cambio de inmediato. Contraseña de tu cuenta porque va ser una galería de disco.

E di cui Facebook fornisce una traduzione in tempo reale:

Mark il nostro direttore esecutivo di facebook, ha inventato la parola “BFF” per assicurarsi che il proprio account sia al sicuro su facebook, condividete e commentate bff,e se esce verde è perché il vostro account è protetto,ma se non spunta verde,fate una modifica immediatamente. Contrassegna il tuo account perché sarà una galleria di disco.

In pochissimo tempo il post sudamericano ha superato le 45mila condivisioni. Ma lo stesso era uscito in inglese, indi, e svariati altri idiomi…

Non è mia intenzione spiegarvi perché siete di fronte a una bufala, trollata o come preferite chiamarla. Tanto se avete sufficiente spirito critico avete già colto la spiegazione, se vi manca non saranno le mie spiegazioni a convincervi.

Snopes se ne è occupato, il collega Puente pure, e qui da noi siete in tanti ad avercelo segnalato.

Se avete amici che sono cascati nella trollata che dire, fossi al vostro posto nasconderei i loro profili dalla vostra bacheca, non perché siano brutte persone, ma il livello di analfabetismo digitale raggiunto è così alto che bloccarle significa tutelarsi.

BFF (oh cacchio il mio profilo non è sicuro, ora mi cancello da Facebook…)

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  account gold di Facebook (quelli che non hanno falle di sicurezza)…