Su svariate testate negli ultimi due giorni è apparsa la notizia delle richieste strane dei Nirvana durante il tour del ’93. La richiesta che però ha fatto il giro della rete è quella riguardante le M&Ms verdi.

Purtroppo non ho contatti coi Nirvana ancora in vita (peccato però, sarebbe stato bello) per verificare sia vero o meno. Ma ritengo che i tanti media che ne hanno parlato (specie quelli del settore come Virgin Radio, ad esempio) potessero raccontare qualche cosa in più.

È noto che le band facciano richieste strane e assurde durante i loro tour, sono tante quelle famose. Esistono svariati precedenti sulle M&Ms, il più noto è quello relativo ai Van Halen, che inserirono tra le clausole del loro contratto che in ogni backstage ci dovesse essere una ciotola piena di M&Ms senza che ce ne fossero di marroni.

Spesso però il motivo dietro le richieste assurde, come nel caso dei Van Halen, è molto semplice. Inserire in contratto cose che risulteranno evidenti all’arrivo della band permette di capire se chi li ha ingaggiati ha letto tutte le clausole contrattuali.

Come spiega David Lee Roth nella sua autobiografia:

We’d pull up with nine eighteen-wheeler trucks, full of gear, where the standard was three trucks, max. And there were many, many technical errors — whether it was the girders couldn’t support the weight, or the flooring would sink in, or the doors weren’t big enough to move the gear through.

The contract rider read like a version of the Chinese Yellow Pages because there was so much equipment, and so many human beings to make it function. So just as a little test, in the technical aspect of the rider, it would say “Article 148: There will be fifteen amperage voltage sockets at twenty-foot spaces, evenly, providing nineteen amperes …” This kind of thing. And article number 126, in the middle of nowhere, was: “There will be no brown M&M’s in the backstage area, upon pain of forfeiture of the show, with full compensation.”

So, when I would walk backstage, if I saw a brown M&M in that bowl … well, line-check the entire production. Guaranteed you’re going to arrive at a technical error. They didn’t read the contract. Guaranteed you’d run into a problem. Sometimes it would threaten to just destroy the whole show. Something like, literally, life-threatening.

Che tradotto:

Giravamo con nove camion a diciotto ruote, pieni di attrezzi, quando lo standard era di tre camion, al massimo. E c’erano molti, molti errori tecnici possibili – che fossero le travi che non sostenevano i pesi, il pavimento sprofondato, o le porte non abbastanza grandi per poterci passare con i tir. Il contratto sembrava una versione delle Pagine Gialle cinesi perché c’era tanta attrezzatura e così tanti esseri umani che la facevano funzionare.

Quindi, proprio come un piccolo test, nell’aspetto tecnico del contratto, si leggeva: “Articolo 148: ci saranno quindici prese di tensione di amperaggio a distanza di venti piedi, in modo uniforme, fornendo diciannove ampere…” Questo genere di cose.

E l’articolo numero 126, nel bel mezzo del nulla, era: “Non ci saranno M&Ms marroni nel backstage, pena confisca dello spettacolo, con pieno risarcimento.” Quindi, quando andavo nel backstage, se vedevo una M&M marrone in quella ciotola… sapevo che avrei dovuto controllare tutta la linea della produzione. Garantito che ci sarebbe stato un errore tecnico. Non avevano letto il contratto. È sicuro che ci sarà un problema. A volte così serio da distruggere l’intero spettacolo. A volte così grave da poter far rischiare la vita a qualcuno.

Avete capito? Una sciocchezza come vedere una M&M marrone serviva a far capire che non era stato letto il contratto, che non erano state applicate le misure tecniche richieste per far funzionare al meglio -e in sicurezza – lo show. Molto più facile accorgersi di una M&M marrone (o verde) che dover controllare quanto peso può sopportare il palco. Se hanno tolto le marroni possiamo stare tranquilli che abbiano letto tutto il contratto e verificato anche gli altri punti.

LEGGI ANCHE:  Un anno passato a demistificare

Non spiegare tutto questo in un articolo che parla di M&Ms e tour di band rock per me significa aver cercato facile acchiappaclick, copiando e incollando da tristi veline di agenzie di stampa.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!