Nessun aereo ha colpito le torri gemelle!

207
277

Ma siete seri? Davvero dobbiamo vedere circolare le farneticazioni di John Lear, noto complottista appassionato di UFO, sulle Torri Gemelle?

grays911

La storiella che mi avete postato più e più volte negli ultimi due giorni rasenta davvero il ridicolo, secondo questa fonte di un ex agente CIA figlio del fondatore della LearJet (che si sta rivoltando nella tomba fin dal 1978):

John Lear (foto sopra), figlio di Bill Lear, inventore e fondatore della Learjet (voglio sottolineare l’importanza della persona in questione), nella sua perizia mostra che sarebbe stato fisicamente impossibile, per un Boeing 767, colpire le Torri Gemelle, in particolare se pilotato da piloti inesperti: “Non è stato un Boeing 767 ha colpire le Torri Gemelle, come fraudolentemente asserito dal governo, dai media, dal NIST e dai suoi contraenti”, ha affermato John nella sua dichiarazione giurata.

“Non è stato un 767 ha colpire le Torri, perché è fisicamente impossibile, per le seguenti ragioni: nel caso del volo UA175 (il presunto aereo andato contro la torre sud), un vero Boeing 767 si sarebbe accartocciato su se stesso (come una canna telescopica),quando la punta frontale dell’aereo avrebbe colpito le colonne d’acciaio da 14 pollici (35cm), che diventano da 39 pollici(99cm) verso il centro”.

‘La coda verticale ed orizzontale si sarebbe istantaneamente separata dal velivolo, avrebbe colpito le colonne in acciaio e sarebbe caduto a terra”.

“I motori dopo aver colpito le colonne d’acciaio, avrebbero mantenuto la loro forma originale e sarebbero caduti a terra o recuperati tra le macerie dell’edificio crollato”.

“Nessun Boeing 767 avrebbe potuto raggiungere una velocità di 870 kmh a 1000 metri sopra il livello del mare. La resistenza parassita raddoppia con la velocità e la potenza parassita triplica con la velocità”.

L’articolo va avanti un bel po’, ma non voglio tediarvi di più, se volete ve lo cercate e leggete da soli 😉

Nemmeno il più sprovveduto dei complottisti troverebbe credibile una boiata come questa, ci sono i testimoni, oculari, ci sono migliaia di filmati, foto, tutto… non c’è dubbio che due aerei di linea abbiano colpito le Torri Gemelle. Oltretutto l’unica spiegazione “credibile” sarebbe quella che fossero camuffati con ologrammi che nascondessero il loro esser i realtà missli, kamikaze… boh? Anche volendo esser creduloni, si sta parlando di 13 anni fa, nemmeno oggi con la tecnologia attuale siamo in grado di fare un ologramma credibile alla luce del sole, senza dimenticare che deve essere credibile per migliaia di persone se non milioni, che lo stanno vedendo dal vivo le Torri Gemelle dalle loro finestre di casa, coi loro stessi occhi, non attraverso la patina di un filmato magari fatto in computer grafica.

LEGGI ANCHE:  L'astronauta delle missioni Apollo e gli alieni

Senza dovervi stare a spiegare oltre sul perché la cosa sia in assoluto ridicola voglio però spendere due parole su John Lear, tanto per farvi capire quale sia la grande mente dietro questa assurda teoria:

John Olsen Lear è nato nel 1942, ex pilota collaudatore per la LearJet stessa, mai stato agente della CIA, ha solo lavorato per la compagnia fondata da suo padre che progettava e vendeva aeroplani alle agenzie governative, CIA inclusa, e dopo è stato pilota commerciale privato.

Ma Lear è dagli anni 70 che sopra tutto è un ufologo appassionato di teorie del complotto… e insieme all’amico Milton William Cooper ha realizzato le basi su una delle più grosse teorie cospirazioniste che coinvolgono gli UFO, quella che parla dei grigi, i Grays, questi essere provenienti da un altro pianeta che sono dietro a tutto ciò che ci controlla e governa. Tutto quello che accade sul nostro pianeta è opera loro (quindi ovviamente anche gli ologrammi sulle Torri Gemelle)…

I grigi collaborano con un governo ombra che governa il mondo, e sono i creatori dei Men in black, che operano da forza di polizia, facendo piazza pulita di qualsivoglia informazione fuori controllo, quindi non capisco perché i suddetti non abbiano provveduto ad una sparaflashata su tutti i testimoni di New York, invece che menarcela per 13 anni… ma procediamo oltre.

Secondo diverse versioni della sua teoria ad oggi avremmo dovuto avere:

  • la comparsa dell’anticristo nel 1990
  • la terza guerra mondiale nel 1999
  • la seconda venuta di cristo in terra nel 2011

Non mi pare d’aver letto nessuna delle sopracitate notizie sui giornali, a voi?
Lear comunque non è contento di come gli vanno le cose, ed inizia a scrivere su un forum complottista online, il suo pubblico doveva crescere… il forum in questione è ABOVE TOP SECRET, noto per il quantitativo di teorie complottistiche folli ed assurde che vi circolano… bene dopo qualche anno di post e commenti Lear è stato bannato persino da lì, tanto erano folli le sue farneticazioni.

LEGGI ANCHE:  Il triangolo delle Bermude

Se queste sono le fonti da cui parte una cosa così, e vengono prese per solide e verificate c’è seriamente da preoccuparsi.

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Articolo precedenteLyoness, qualche spunto di ricerca
Articolo successivoLe super mucche
45 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre duemila e trecento articoli come autore, oltre a qualche collaborazione esterna. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Butac in due anni e mezzo è passato da poche decine a svariate migliaia di utenti al giorno. Tre milioni di utenti singoli all’anno, confermando così la voglia e necessità di informazioni meno faziose. Come descrivermi? Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.