17 anni a produrre scie chimiche e…

…e non essere in grado di rispondere a nulla.

17ANNI-SCIECHIMICHE
Chi? Informatitalia il 12/09 ricicla quella che sembra una lettera aperta di un “pentito”, che avrebbe lavorato per 17 anni in una azienda chimica che produceva composti per le scie chimiche. Ecco l’articolo: Rivelazione choc: “Ho passato 17 anni a sviluppare prodotti per la geoingegneria!” Eccovi qualche estratto.

Non posso dire con il 100% di certezza che i prodotti chimici sui quali ho lavorato si siano trovati negli aerei commerciali di Evergreen, ma so che compagnie aeree commerciali come Evergreen accettano regolarmente grosse somme di denaro per caricare e disperdere prodotti chimici nell’atmosfera. […]
Il 99% delle volte un pilota di voli commerciali ignora che si trova al comando di un aereo che può polverizzare scie chimiche. Chi organizza le scie fa in modo di organizzare il tutto discretamente, trattando con il minor numero di persone possibile. Non ho mai saputo chi trattava i servizi del mio datore di lavoro. Non una sola volta.[…]
L’America del nord non è l’unico continente che usa degli ADC (aerially dispersed chemicals = prodotti chimici dispersi per via aerea) all’insaputa della popolazione. Va detto che la tecnologia chimica degli altri paesi è indietro una decina d’anni rispetto a quella degli Stati Uniti.
Non sapevo dove sarebbero stati dispersi i prodotti chimici sui quali avevo lavorato. Come detto, c’erano molti segreti. L’ho fatto per 17 anni perchè il salario e i vantaggi erano molto interessanti. A volte dovevamo preparare componenti chimici che dovevano dare risultati precisi, il che mi faceva pensare che sarebbero stati usati in una zona specifica.[…]

Da dove arriva questa confessione “choc”? Informatitalia rimanda a Ticino Live che lo ha pubblicato (e tradotto?) il 1 di Agosto. Loro fonte è un sito francese Crashdebug.fr che lo ha ripreso da Conscience du People che ha riassunto e tradotto una serie di informazioni di una golaprofonda su Godlike Production, un forum in inglese che tratta – parole loro – UFO, teorie del complotto ed estremisti eccentrici.

glpban
Ovviamente si tratta di breaking news essendo materiale di Gennaio 2012, ma come per tradizione sciachimista le date non sono importanti e il riciclo è fondamentale, bisogna ripetere a pappagallo per l’eternità qualsiasi cosa che passi per la mente, così diventa vero.
Non si sa chi è l’autore, o meglio non si sa il nome ma la user ID del forum è 6323246 e scrive dagli Stati Uniti, non rivela che per azienda lavorasse o dove o che ruolo lui avesse in questa azienda (fa intendere che lavorasse in laboratorio, sviluppando direttamente i composti). Inoltre non ci sono formule chimiche o indicazioni di effetti specifici. Insomma quanto è affidabile?
quote

Can’t tell you the name of my employers. Nor can I tell you the exact chemical compositions of the mixtures I helped developed. I can answer almost everything else

Quindi non può dire le uniche cose che servirebbero, perché per il resto di questo “quasi tutto” che viene rivelato è inutile, sono sempre le stesse cose che si dicono da anni. Non è che ci sia molto da smontare, di fatto non rivela nulla, racconta una bella storiella, ma dovremmo credere che questa azienda produca qualsiasi composto chimico per qualsiasi scopo. Sembra la solita scusa per parlare male di una compagnia specifica, la compagnia aerea Evergreen, diffamandola senza portare alcuna prova.

Reasons for spraying…like I said, we never knew the contractors true “intent”. But 9 times out of 10, it was pretty obvious because when asking us to develop chemical compounds, they have to tell us what they want them to do. To name a few: weather modification, emotion suppressants, emotion expectorants, environmental modification. Also, interesting that you should mention “sickness/flu symptoms” – although I said earlier that with 99% of our products we were specifically instructed to ensure non-toxicity, there were more than a few projects we worked on that were meant to create “symptoms”, without causing any real harm to the subjects.

Le prime pagine sono quelle più interessanti, anche perchè dopo un po’ sono solo post di gente che contesta e racconta la propria visione delle cose, ma non ci sono riferimenti ad avvenimenti specifici, il periodo non corrisponde a quello “classico delle scie chimiche” che tradizionalmente sono nate nella seconda metà degli anni 90, mentre questo informatore avrebbe cominciato nei primi anni 80. Una sua risposta che mi è piaciuta molto è questa

Domanda […]i start to wonder, perhaps some of the bird die offs could be associated with malfunctions of the chemtrail devices.[…]
Risposta: […]It’s more than possible that the bird die-offs were results of chemical spraying. However, the most recent ones happened long after I retired, so I can only guess. But we never tested our chemicals on birds. Also, they receive higher doses, being closer to the source.[…]

Cioè secondo lui alcune morie di uccelli potrebbero essere legati alle scie chimiche in quanto ricevono dosi maggiori perchè sono “più vicini alla fonte” di queste… bhe, deduzioni di altissimo livello. Quando gli viene chiesto perché abbia deciso di scrivere su quel sito l’autore risponde “Dove altro mi avrebbero creduto?” Non è una risposta da poco perché senza alcuna prova, nessun documento, nessun nome, nessun composto chimico, nessuna risposta precisa sugli effetti precisi delle sostanze, nessuna risposta sugli elementi presenti in questi composti, nessun nome di chi li commissionasse è come non aver detto niente. Chiunque può inventarsi quello che è stato “rivelato”. Solo su un sito dove si aspettano questo tipo di storie potresti essere creduto senza dimostrare quello che stai dicendo. Confirmation bias over level 9000!
Gli articoli in francese sono più lunghi e ricchi di dettagli, ma non posso confermarvi che riportino in maniera fedele quanto scritto nel forum, sono molte pagine da controllare e comunque nessun dato tangibile viene rivelato. In sostanza dovremmo credere che questo laboratorio di massimo 10 membri sviluppasse, testasse – anche eventuali interazioni con medicinali – e producesse composti chimici per qualsiasi scopo possibile immaginabile.  Una sorta di congregazione di reali Walter Bishop capaci di qualsiasi cosa “scientifica” e “chimica”.
Alla fine è la solita aria fritta. A parte gli alieni, che lui esclude, c’è un po’ tutto il repertorio sciachimista dove si omette sempre il come e il perchè. Però possiamo cercare di capire quale sia la gerarchia di affidabilità della verità sciachimista

  1. video su Youtube
  2. post anonimo su un forum
  3. qualsiasi delirio dei santoni sciachimisti (Marcianò, Lannes e compagnia bella)
  4. post di ex militare in pensione (possibilmente che abbia scritto dei libri)
  5. post su sito complottista (con o senza documentazione linkata a caso)
  6. post su Facebook
  7. il proprio cuggino

 
Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.
neilperri @ butac.it
Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!