AGITALIA-MESS

A dicembre 2013 mi ero incrociato con una notizia che mi segnalavate in tanti. Mi aveva portato a una prima sbufalata in cui, come protagonista, vedevamo AGITALIA.

Fantomatica Agenzia per la Giustizia che passava a varie testate nazionali news FASULLE su presunti ritrovamenti di lire e buoni postali che valevano un tesoro, Agitalia ha spacciato tante false notizie in poco più di un anno, alcune di esse tuttora presenti in varia forme sul web. Le hanno pubblicate in tanti, davvero trasversalmente: testate di sinistra, destra e centro. Tanto era roba che poco aveva a che fare con la politica, riempiva le pagine, era comoda! E invece si trattava di Fuffa al quadrato…

Ho scritto di loro a Dicembre, a Gennaio, a Maggio e infine a Giugno. A chi aveva pubblicato la suddetta fuffa, inizialmente avevo segnalato loro la cosa. In tutta risposta ho ricevuto sbeffeggi da redattori che si riducevano a fare i bambini delle elementari: loro erano giornalisti, io probabilmente solo un annoiato disoccupato, brufoloso liceale, aspirante giornalista, invidioso della loro posizione. Detto tra noi, sono over 40, sposato con un figlio e lavoro stabile. Debunkare è un hobby, il giornalismo era una passione del mio IO ventenne.

Di tutti quelli contattati solo due sono state persone a modo (per onor di cronaca, TgCom e Giornalettismo). Solo due mi hanno dato in parte ascolto e ragione.

Tristemente nei due non posso citare chi mi rispose al Messaggero. Diciamo che rientra nel gruppo di quei giornalisti illuminati che mi trattarono da povero idiota.

È buffo vedermi segnalata oggi, questa notizia (ormai vecchia) pubblicata sul Messaggero a Giugno:

messaggeroAGITALIA

 

È buffo, perché a nessuno in redazione è venuto in mente che la cosa era stata segnalata ben SEI mesi prima. E nessuno aveva fatto due più due all’epoca! Sul Messaggero edizione Marche si trovano ancora pezzi in merito:

messaggeroagitalia2

 

Addirittura altre testate ripubblicano la sbufalata del Messaggero, dando a loro l’onore della cosa:

latina24ore

Mi dispiace per il Messaggero, che c’è caduto e ricaduto – sempre di Agitalia era la bufala dello scambio embrionale al Pertini! Loro non sanno sbufalare, ma pubblicare comunicati stampa senza alcun fact checking gli riesce benissimo!