costaconc

Ma stavolta, per fortuna NON parliamo di Schettino (o quasi)! Sta girando quest’immagine :

1511313_320764261430537_3470176752767463122_n

Il testo per chi avesse problemi a vederlo dice:

INCHINI ILLEGALI. UNA NAVE AFFONDATA E DISTRUTTA. UN COMANDANTE FUGGITO.NESSUNO IN GALERA DOPO 3 ANNI
TG ITALIANI: “APPLAUSI PER LA GRANDE IMPRESA DELLA COSTA CONCORDIA”

Uno dei nostri lettori, dalle nostre pagine social, mi ha scritto una “smentita” di poche righe, diretta e semplice, come eravamo abituati all’inizio dell’avventura BUTAC.

  •  Inchini Illegali: l’inchino è il passaggio a mezzo km dalla riva e a bassa velocità, in omaggio alla località, come spesso viene fatto “senza alcun pericolo”. La demenziale manovra che ha portato alla tragedia non c’entra nulla con l’inchino, sarebbe stata demenziale anche se fosse stato l’ingresso in porto.

  • Nessuno è ancora in galera perché il processo è ancora in corso e le responsabilità degli ufficiali ancora da accertare, non certo perché ci sia un insabbiamento. (la critica sulla lentezza delle cose è condivisibile, ma vale per tutto il comparto giustizia…e qui aggiungo che io sono stato chiamato a testimoniare quest’anno in un processo penale su fatti risalenti al 2008…sei anni fa, parliamone…cosa potrò mai ricordare di fatti di sei anni prima?)

  • Gli applausi sono per il recupero (mai tentato prima per una nave così grande) che ha salvaguardato l’ambiente delicato dell’Isola del Giglio.

Io credo che si possa concordare col nostro lettore,grazie GPS!

So già che mi direte che è vero che Schettino ha parlato d’inchino, ma la frase del nostro lettore è chiara. “L’inchino” fatto come andrebbe fatto (quindi seguendo le regole) avviene a 500 metri dalla costa, seguendo una rotta sicura e già fatta più volte. Qui la collisione è avvenuta a 96 metri dalla costa, davvero un po’ troppo pochi! D’indagati nella lista dei sotto processo ce ne sono tanti, e la giustizia farà il suo corso, come in tanti affari italiani seguendo una certa lentezza burocratica talvolta davvero frustrante! Il recupero della Costa però è stato una bella dimostrazione di capacità e gli è “valso” l’inserimento nei Guinness World Records.

E mi trovo anche d’accordo sulle sue considerazioni finali:

La condivisione facile è la piaga dei social network, dove gli uTonti premono i like e condividi senza prima analizzare quello che stanno approvando!