ATTUALMENTE-VACCINI-6

Ormai siamo al 6 punto e la pazienza sta finendo. Mi sono stufato di questa maledetta pagina, un condensato di affermazioni senza nessun riferimento e senza uno straccio di bibliografia. Poichè continuare a portarla avanti significa continuare a fare pubblicità all’Universo Vibra e poichè la maggior parte degli argomenti sono già stati trattati e ritrattati ho deciso per un taglio drastico. Per avere informazioni in merito potete leggere le puntate precendenti a questi link 1, 2, 3, 4, 5.

L’articolo di base è il tristemente famoso “38 Motivi per NON vaccinare i nostri bambini!!!”  che spero possa finire nel dimenticatoio al più presto, per lasciar spazio a informazioni oggettive e sensate.

B#16 Il mercurio utilizzato nei vaccini è il mercurio etilico. Secondo i medici questa è una tossina industriale ed è 1000 volte più tossica del solito metilmercurio. Il mercurio etilico viene assorbito nel corpo più velocemente del metilmercurio e viene convertito in mercurio inorganico che tende a diventare un cumulo fisso nel cervello.

B#17. L’alluminio nei vaccini rende il mercurio, in qualsiasi forma, 100 volte più tossico attraverso un processo chiamato tossicità sinergica. L’alluminio è usato in dosi molto elevate nei vaccini, apparentemente per provocare una reazione immunitaria.

B#18. Secondo uno studio l’alluminio e la formaldeide presenti nei vaccini possono aumentare la tossicità del mercurio, in qualsiasi forma, di 1000 volte.

Allora basta con questo SECONDO PINCO PALLINO. Secondo mio cugino la Terra ha la forma di una pera, ma questo non rende l’informazione attendibile.

pera
fonte: FERMILAB

I sali di alluminio sono utilizzati per il loro effetto di stimolazione della risposta immunitaria in molti vaccini, potenziando quindi l’efficacia degli stessi e diminuendo il numero di dosi da somministrare. Il contenuto di alluminio può variare da 0.25 a 2.5 mg per dose di vaccino. Bene, ancora una volta ci troviamo di fronte a una dose molto ridotta, dose che il nostro organismo può tollerare ed espellere. Infatti con la dieta immettiamo quotidianamente da 5 ai 20 mg di alluminio. Questo non si trova nei prodotti industriali, ma bensì nelle verdure. (qui un interessante link della European Food Safety Authority). Il nostro corpo è in grado di allontanare per via renale fino al 96% di questa quantità giornalmente.

Per quanto riguarda l’effetto di tossicità sinergica, soffermiamoci a pensare: l’etil-mercurio viene rapidamente allontanato dal corpo per via renale. Stesso discorso per l’alluminio. Pertanto sia per le bassi dosi che vengono inoculate con il vaccino (e ricordo che si tratta di dosi ben al di sotto di quelle tossiche per il nostro corpo, oltre al fatto che stiamo parlando come al solito di etil mercurio e non di metil mercurio!), sia per il bassissimo tempo di permanenza in circolo oltre alla vastissima letteratura in merito è più che ragionevole escludere che vi sia un reale effetto sull’organismo.

Per ciò che riguarda la formaldeide vi invito a seguire questo articolo estremamente completo scritto da Ulrike Schmidleithner su Vaccinar…Sì! Troverete tutte le informazioni al riguardo, di cui voglio riportarvi una piccola parte, che mette di nuovo in luce come chi scrive queste frasi bufale non abbia o non tenga conto della chimica di base.

Alle fine della produzione dei vaccini la formaldeide viene eliminata e nel prodotto finale rimangono al massimo solo tracce che si misurano in microgrammo (μg) (1 μg = la milionesima parte di un grammo) o  milligrammo (mg) (1 mg = un millesimo di  grammo). Il limite massimo di formaldeide che può essere contenuta in una singola dose di vaccino è 100 μg, quindi 0,1 mg o si potrebbe anche dire 0,0001 gr. ovvero la decimillesima parte di un grammo. La maggior parte dei vaccini per cui si usa la formaldeide durante la produzione, ne contiene tracce molto inferiori…

La concentrazione naturale di formaldeide che viene prodotta dalle nostre cellule è di ca. 2,5 μg per ml di sangue. Nella circolazione di un bambino di 2 mesi con un peso di ca. 5 kg e un volume di sangue di ca. 85 ml / kg, si trovano perciò in ogni momento ca. 1,1 mg di formaldeide  – prodotto naturalmente dalle cellule. Immunizzandolo con un vaccino che contiene tracce di formaldeide, questa concentrazione aumenta per pochissimi minuti al massimo a 1,2 mg, quantità che corrisponde al livello presente normalmente cui va aggiunto quello contenuto nel vaccino (quindi in totale 1,1 + 0,1 = 1,2 mg)  ma già quando il bambino lascia l’ambulatorio vaccinale, la concentrazione è tornata ai livelli di partenza. Infatti, la formaldeide viene metabolizzata rapidamente dalle nostre cellule che fanno questo lavoro giorno per giorno fin da quando il bambino era ancora un embrione. Infatti, la formaldeide ha un’emivita di 1,5 minuti. Viene poi eliminata con la respirazione e le urine…

Con questo ritengo concluso l’argomento!

B#19. Secondo un articolo sull’autismo, se si considera il limite dell’OMS riguardo la presenza di mercurio in acqua, i vaccinati stanno ricevendo 50.000 volte il limite. I limiti fissati, per inciso, sono per gli adulti e non per bambini.

Bellissimo articolo, peccato che il link a cui si viene riportati (questo) non parli di nulla di ciò che viene sopra menzionato. Viene descritto il caso di un bambino affetto da disturbo dello spettro autistico che è riuscito a migliorare le sue capacità deambulatorie grazie all’utilizzo di una terapia iperbarica.

E’ come se io volendo sostenere che è aumentato il prezzo del pane vi mettessi il link di una ricetta per la torta alle mele. Geniale.

B#20. In India, l’autismo è emerso come l’epidemia con la più rapida crescita tra i bambini, più del diabete infantile, AIDS e cancro combinati. Secondo uno studio privato svolto dai medici a Nuova Delhi, si è passati da un bambino malato su 500, ad 1 su 37. “Puoi andare in qualsiasi classe di qualunque scuola oggi e trovare un bambino autistico.”, hanno detto i medici. Sonia Gandhi, presidente del Autism Society of India, il 25 luglio 2011 ha dichiarato in una conferenza internazionale sull’autismo in Dhaka, Bangladesh che 8 milioni di bambini in India soffrono di questo disturbo dello spettro debilitante, la cui evoluzione ha sconcertato gli scienziati medici.

Dati a caso!! Ok tornando seri, anche l’India come in tutto il mondo ha visto aumentare la prevalenza e l’incidenza di autismo nel corso degli ultimi anni. In questo editoriale del 2005 si parla di 30-40 casi ogni 10.000 bambini. Le cause e le possibili spiegazioni sono già state mostrate in precedenza in altri articoli della serie attualmente vaccini a cui vi rimando. Non mi soffermo sul HANNO DETTO I MEDICI. Attualmente sembra che circa 10 milioni di Indiani soffrano di disturbi dello spettro autistico che ricordiamo sono molteplici ed estremamente vari. In questo caso si sta generalizzando una situazione complessa per fare volume. Io non ho i dati per scendere nel particolare, semplicemente ritengo che risolvere una questione di tale importanza in una frase cosi grossolana possa portare solo a malintesi. Inoltre la correlazione tra l’autismo e vaccini, ben lungi da essere dimostrata, è qui posta come assiomatica. Ma non dimentichiamoci che la popolazione condivide come comportamenti anche l’alimentazione e altri stili di vita che possono essere responsabili di questa cosidetta epidemia di autismo.

Ok, anche per oggi è fatta. In realtà la pazienza non è finita, ma quello che più mi intristisce leggendo queste piccole bufale è la sensazione che mi scaturiscono. Si capisce chiaramente che chi ha scritto il post non ha nessun interesse contro i vaccini se non quello di ottenere visite sul suo sito. Tenetelo a mente la prossima volta che visitate un sito di antivaccinisti, potrebbero essere solo degli specchietti per le allodole!

A presto,

PA