AULLA-STUDENTESSE

Riscatto Nazionale il 21 marzo apriva così:

Immigrati accerchiano e urinano sulle studentesse: arrivano le squadre di Forza Nuova

La testata, vicina allo spirito di Forza Nuova, ci racconta la vicenda senza citare alcuna fonte, coi soliti toni forti tipici di questo genere di blog, e conclude con un link alla pagina Facebook di Forza Nuova dove vengono ripetuti più o meno gli stessi fatti con le stesse parole.

LE NOSTRE DONNE NON SI TOCCANO!

Forza Nuova comunica che, in merito agli ultimi accadimenti di Aulla, in particolare testimonianti due studentesse accerchiate, picchiate e oggette anche di urinazione da parte di immigrati, istituisce una squadra di volontari per la sicurezza.

Dove non c’è lo Stato c’è Forza Nuova, ed i Forzanovisti, non essendo semplicemente indignati ma incazzati neri, hanno già iniziato a presidiare le zone più a rischio della città, dalla stazione vecchia e nuova al piazzale delle corriere, passando per lo stesso centro storico e anche per la Filanda ed il Masero, con intenzione di coprire prossimamente e con regolarità tutta Aulla.

Insomma, si annunciano ronde per vigilare e punire i molestatori. Ma esattamente cosa sarebbe successo ad Aulla? Riscatto Nazionale non ce lo spiega affatto, loro titolano a caratteri cubitali, ma per il resto altro non fanno che rigirare il post di Forza Nuova su Facebook.

Per capire meglio la situazione mi sono messo alla ricerca della notizia. L’unico che sembra trattarla bene è il Tirreno:

…che il clima si stia deteriorando sempre di più lo dimostrano due episodi che avrebbero visto vittime due ragazze nei giorni scorsi ad Aulla, le quali sarebbero state molestate da due distinti gruppi di stranieri extracomunitari. La prima, una giovane studentessa, sarebbe stata presa di mira nella discesa che dalla stazione ferroviaria di Aulla conduce nel quartiere della Ragnaia. Mentre parlava al cellulare, il gruppo dei giovani stranieri l’avrebbe circondata e iniziato a dirle cose incomprensibili, a quanto pare al limite della minaccia.

La paura della giovane avrebbe, quindi, preso il sopravvento, inducendola a rifugiarsi in un vicino negozio. La seconda ragazza, sempre una studentessa, invece, sarebbe stata aggredita sul passaggio pedonale ricavato dai binari nella vecchia stazione, ma, in questo caso, la giovane sarebbe rimasta alla mercè del gruppo, insultata e oggetto di atti di bullismo. Abbiamo, però, usato volutamente il condizionale perché non risultano denunce formali dei fatti, come sottolinea il capitano dei Carabinieri, Giuseppe Loschiavo, interpellato in merito.

Quindi il racconto è fatto dalle due studentesse, aggredite in momenti diversi e luoghi diversi di Aulla, ma nessuno ha presentato denuncia. Perdonatemi ma la mancanza di una denuncia in merito a me (come al giornalista del Tirreno) mette svariati dubbi, cercata conferma al comando dei Carabinieri tutt’ora le denunce non sono pervenute.

Ma come? Sbraitiamo sulla legalità, cerchiamo d’addossare ogni crimine all’immigrato e poi gli stessi non vengono denunciati? C’è qualcosa che non va.

Purtroppo non abito ad Aulla, e come cerco di ricordarvi spesso non sono un giornalista. L’indagare oltre mi è complesso. Ma vorrei che tutti meditaste sui fatti. Se ci sono state davvero le aggressioni in questione perché non risultano denunce? Perché due ragazze hanno scelto la via della denuncia sui giornali invece che quella corretta del denunciare a chi di dovere? Le possibilità sono due, non c’è stata nessuna aggressione e chi la denuncia ai giornali sta solo facendo campagna elettorale, oppure l’aggressione è avvenuta e ma si ha paura di ritorsioni. Io la paura delle ritorsioni la capirei se si denunciasse una persona provvista di nome e cognome, ma una denuncia generica contro immigrati non dovrebbe causare alcun rischio, se i fatti sono avvenuti non denunciare vuol dire andare contro la comunità.

Una cosa evidentemente non chiara ai cittadini è che la Questura non si muove sulla base di articoli di giornale ma di vere segnalazioni. Se queste mancano la Questura non avvertirà mai lo Stato di un eventuale peggioramento della situazione, se non avrà una denuncia con cui riportare i fatti non potrà mai fare richiesta per più uomini in divisa.

Non credo serva aggiungere altro.

Siate critici e razionali, non fidatevi mai, neppure di Butac.

Come diceva qualcuno:

Don’t just Read Butac, BE Butac!

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!