BAMBINIUCCISI

Gira quest’immagine:

12049141_1665455037032843_5434123005650187868_n

Un mix di foto varie fatto ad hoc per indignare. Non è mia intenzione dire che ISIS sia un manipolo di brava gente, non è lo scopo di questa pagina. Siamo tutti d’accordo che quanto ISIS faccia nei territori di guerra sia da condannare. Ma al tempo stesso trovo davvero idiota continuare a spacciare disinformazione un tanto al chilo come fa chi condivide quest’immagine.

La prima foto in alto mostra dei bambini all’interno di una gabbia. Una fiaccola in primo piano fa pensare che di li a poco vengano messi a bruciare,m chissà per che crimini. Ma se guardiamo la foto con attenzione c’è un particolare che dovrebbe da subito accendere quei neuroni che ci dicono che siamo di fronte ad un falso.

Un fotografo, tranquillamente appostato di fianco alla gabbia, non un miliziano, ma un normale fotografo, con la suea bella borsina porta macchina fotografica. Vi pare?

E difatti questa foto altro non è che uno “stunt” organizzato da un’attivista che con questa protesta voleva manifestare il dissenso contro il presidente siriano al-Assad. Quindi la prima foto è un falso, se la si vuole usare sostenendo che sono bambini prossimi ad essere arsi vivi. Quei bimbi finito lo shooting fotografico sono liberi di uscire e togliersi la divisa da prigionieri, per la cronaca, non sono bimbi cristiani.

Children-carry-signs-

Andiamo a vedere le altre immagini, la prima in basso a sinistra non ve la replico in grande, la foto è vera, e non trovo sia corretto riportarla ancora. Gira almeno dal 2013, e in base a dove la troviamo pubblicata di volta in volta raffigura bambini palestinesi, yemeniti, siriani. A me onestamente poco importa di che razza o religione siano, sono bambini innocenti uccisi dall’idiozia di una guerra. Perché tutte le guerre sono sbagliate, poco importa per chi si fa il tifo. Non trovo conferma al fatto che siano cristiani. Può esser che lo siano come no. Ma non è importante. Fossero musulmani sarebbero meno innocenti?

La foto centrale in basso invece sembra rappresentare l’opposto di quanto riportato, visto che viene associata al massacro di Sabra e Shatila. Milizie cristiane falangiste avrebbero ucciso tra gli 800 e i 3000 civili nel 1982… Decisamente non una foto adatta ad esser inserita nella lista di foto che dovrebbero mostrare cristiani uccisi dall’ISIS non trovate?

E arriviamo all’ultima immagine, anche questa data per proveniente dallo Yemen, apparsa inizialmente su una pagina Facebook yemenita. Poi messa in giro come immagine di un bambino siriano, e così via.

Perché sfruttare i bambini per fare politica è ovunque un ottimo sistema per raccogliere consensi, esattamente come gli imbecilli che usano le foto di bimbi malati per aumentare like e condivisioni, qui siu usano per aumentare lettori e proseliti. Ma spesso la storia dietro la foto è molto diversa da come ci venga raccontato. Come spiegava un blog ben fatto per quanto riguarda il fact checking la maggioranza dei cristiani nelle zone di guerra se n’è andata da tempo. Lasciando indietro davvero poche persone. Continuare a cercare di fare leva sull’odio tra cristiani e musulmani è sciocco. La guerra è sempre sbagliata, aizzare l’odio non è un sistema per farla finire.

maicolengel at butac.it