BUFALARI2

…No in realtà vi odio,

ma se mettevo un altro vaffanculo stronzi nel titolo poi faceva la stessa fine di quello di cui parliamo qui sotto!

Facebook ci avverte che un nostro post non rispetta gli standard della comunità e lo cancella:

vaccini-vad

I-Care Italia sulle sue pagine spiega ai propri lettori che non non siamo un sito attendibile:

11025933_10206472561478466_8801898183435141543_n

Dicono che siamo PAGATI per pubblicare notizie così… io non ho parole!

E lo stesso fa qualcun altro sulle pagine del blog di Beppe Grillo, paragonandoci a Topolino:

somer-grillo

 

Che sia chiaro, per me (abbonato da 42 anni alla testata Disney) è un onore, Topolino MAI si sognerebbe di pubblicare fuffa pseudo medica come quella spacciata dal signore in questione).

Curioso che tutto questo succeda nella stessa serata, e che al tempo stesso io mi sia trovato su un forum chiuso a discutere di vaccini con due soggetti che alla fine si sono palesati come persone legate al COMILVA, la lobby antivaccinista più potente d’Italia!

Stiamo sulle scatole a tanti evidentemente, mi mancano gli attacchi politici, ma sono sicuro che ci sono altre pagine dove si discuta di quanto poco siamo affidabili anche da quel punto di vista, ormai le abbiamo viste davvero tutte.

Quello però che scoccia e dispiace è che i social network basandosi solo sull’intervento di macchine (poco intelligenti spesso e volentieri) non analizzano nulla, vedono segnalazioni, leggono termini che non riscontrano e cancellano. E così tra una polemica e l’altra il link al bell’articolo contro gli antivaccinisti scritto da Valerio Mocata è svanito da FB, tutti coloro che l’hanno condiviso si sono trovati la segnalazione che il post era stato rimosso, senza che nessuno possa farci nulla.

Non dico mica, il post di Valerio era pesante, gridava il proprio Vaffanculo agli antivaccinisti a squarciagola, lo diceva chiaramente nel testo, lo spiegava senza farsi pregare che a lui (e a noi) gli antivaccinisti stanno sulle palle.

Era pesante? Sì lo era, tanto, ma lo era per ragioni ben chiare a noi che facciamo della corretta divulgazione scientifica una bandiera, specie visto le notizie degli ultimi giorni:

nonvaccinata

 

Ma Facebook questo non lo legge, loro hanno degli standard che dicono che pagine come questa vanno bene:

razzismoantitaliano

Anche quando è noto che si tratta di pagine che diffondono notizie false.

i-care-5permille

Pagine che prima diffondono FUFFA, poi fanno la questua:

questuaicare

Pagine supportate dai politici che anche voi continuate a votare, perché non vi rendete conto che sono parte della Lobby, che amano la disinformazione, perché a loro in realtà di voi e noi importa sega.

d07c3a50-baa5-11e4-92ae-3ba32f27a014_michela-brambilla-foto-nutria

 

L’unica cosa che importa è mantenere lo scranno e il potere, mantenere i fondi che le nostre tasse gli forniscono…

Quello che però mi dispiace dire a tutti quelli che non ci leggono con affetto è che più mi segnalate, più cercate di zittire Butac, più so che sto facendo la cosa giusta, più so che il mio passare le notti a scrivere rompe le scatole a qualcuno! Più cercate di zittirci più saremo galvanizzati a continuare la nostra opera.

Qualche risultato l’abbiamo già raggiunto, qualche bufalaro mi manda lettere di avvocati che disperatamente cercano di convincermi a cancellare pezzi scomodi (ma inattaccabili) perché il loro cliente ci sta perdendo soldini… e siccome a cercare i loro metodi fuffaroli chi viene fuori per primo sono io cercano di de-indicizzarmi! Altri sono stati costretti a cambiare nome al loro prodotto a causa dei nostri articoli: piccole vittorie che ci danno gioia. Ma la vittoria più grande sarà quando Facebook si deciderà a studiare un metodo serio di verifica segnalazioni, cosa che per ora non sono ancora riusciti a implementare!

Bufalari, antivaccinisti, animalari, scia chimisti, complottari, Onlus del menga, pseudo medici, pseudo avvocati, network marketer, politicanti mezze calzette sapete che vi dico, citando un amico?

Vaffanculo Stronzi! Noi non molliamo, voi?

maicolengel, Neil, the Ninth, DottPa, Thunderstruck, Noemi

PS

Avevamo già parlato di censura nel cialtronevo qui!