last-webs-infedeli2

Vi domanderete, ma che titolo è?

Beh diciamo che vorrebbe essere un invito, agli amici che tifano per il Movimento 5 Stelle (in questo caso, ma può valere per tutti gli schieramenti), sì perché più passano i giorni più le pagine (non ufficiali) a supporto del movimento stesso crescono, e alcune lo fanno in maniera vergognosa. Se ci si è stufati di esser visti come il partito dei complottari e degli spacciatori di fuffa forse sarebbe il caso, prima di  indignarsi, di allontanare e denunciare i siti e le pagine che pur sfruttando loghi e atteggiamenti del Movimento non sono ufficialmente legati allo stesso ma ne rovinano la reputazione.

È il caso di Last-Webs, su Twitter notizie-web, blog di finta informazione che da un po’ di tempo sta facendo opera spammatoria un po’ ovunque. È il classico caso di generatore di articoli populisti, registrato su InMotion Hosting a giugno 2016, da quando  spaccia fuffa a più non posso.

L’ultimo articolo che ci è stata segnalato e che arriva da questo blog è:

IL MINISTRO: “I POVERI? CREPINO PURE CURARLI COSTA TROPPO, CHI NON PUÒ PAGARSI LE CURE VA UCCISO”

La foto che accompagna il titolone da clickbaiting non è di un nostro politico, perché la notizia non si riferisce all’Italia, anche se nessuno ce lo spiega sui social, spingendoci a clikkare per saperne di più. La notizia viene dalla Lituania, ed è stata trattata tale e quale già nel 2014 dai colleghi di bufale.net. Il ministro lituano aveva detto:

L’eutanasia è un’ottima soluzione per quelle persone povere che non hanno abbastanza soldi per permettersi le cure palliative e che «non vogliono vedere i loro familiari agonizzare» nel dolore.  La soluzione potrebbe essere «un’iniezione letale» o un equivalente dell’eutanasia: «È tempo attraverso l’eutanasia di pensare a questi pazienti e permettere loro di prendere una decisione: vivere o morire.

Riferendosi, chiaramente, ai malati terminali. Il titolone di LastWebs è pura e semplice disinformazione associata a una sana dose di clickbaiting.


Prendere le distanze

Perché dico che è un sito che sfrutta il Movimento e da cui il Movimento dovrebbe prendere ufficialmente le distanze?

Questa è la pagina Facebook del suo admin:

girolamoruggero

Admin che ovviamente ha più di un profilo, sia mai che uno gli venisse segnalato in massa.

Questi alcuni dei titoloni in bacheca:

CARNI BIANCHE? E’ ALLARME: ECCO COSA HANNO TROVATO ANALIZZANDO POLLI E TACCHINI.

AVVISO DELLA PROTEZIONE CIVILE POCO FA. PREPARATEVI: E’ IN ARRIVO IN QUESTE ZONE…

CLICCA QUI—11 POSIZIONI SE***********ALI che sono meglio di qualsiasi esercizio in palestra e ti faranno dimagrire

Volete sapere se il vostro partner è un traditore? A rivelarlo è l’astrologia!
Ecco i segni più infedeli dello zodiaco

MIGRANTI FANNO POSTI DI BLOCCO SULLE STRADE PER RAPINARE LA GENTE…

Questi sono solo alcuni dei titoloni lanciati, tutti nelle ultime due ore. Dietro la pagina c’è chiaramente un qualcuno che la segue con costanza, che sa benissimo come fare clickbaiting, che sa benissimo il tipo di pubblico a cui si sta rivolgendo. Il nostro Girolamo non è uno sprovveduto, sa dove vuole arrivare, fare soldi con la pubblicità, e magari nel frattempo manipolare a proprio favore i cervelli di coloro che si lasciano raggirare dalle sue finte notizie.

In poco tempo dalla sua nascita, sfruttando il clickbaiting e la rete di amichetti che ne condividono ogni singola sciocchezza, Last-Webs è diventato fonte di guadagno, e basta spulciare le bacheche social per accorgersi che esistono le basi per sanzionarlo, tra allarmismi sciocchi e notizie totalmente inventate, e invece in sei mesi nessuno ha disturbato il caro Girolamo. Io fossi in un attivista 5Stelle non ci starei, procederei a un attacco sistematico alla pagina, mi metterei a segnalare ogni suo post fasullo, con il potere della rete Last-Webs durerebbe decisamente poco, ma io non sono un attivista 5Stelle, non sta a me prendere le distanze. Lo faranno pubblicamente? Denunceranno il caro Girolamo per l’uso improprio del logo del Movimento? Restiamo in attesa, la speranza è sempre l’ultima a morire.

maicolengel at butac punto it

 Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!