…basta indignare.

Intro

Nella chat dei colleghi commercianti (chi mi legge spesso sa che BUTAC non è il mio lavoro) è stata condivisa ieri sera l’ennesima catena. Io ve li brucio quei telefonini… La cosa che mi scoccia è che si tratta di una di quelle catene che invitano al boicottaggio di aziende. Da commerciante trovo il sistema terrificante: e se un giorno qualcuno lo facesse contro la mia categoria? Magari per colpire l’economia generale e non il mio settore in particolare. Come potrei difendermi? Il fatto che gente che ha una propria attività imprenditoriale non capisca che il boicottaggio è deleterio per chi lo subisce, ma pressoché inutile se l’obiettivo è indebolire economicamente il Paese verso cui lo si sta facendo, mi sconcerta. Gli unici a cui si fa danno sono gli imprenditori, come imprenditori sono i miei colleghi. Sì certo, quelli là fatturano cifre da capogiro, ma sempre imprenditori restano. Non sono i legislatori, non sono i deputati che hanno mosso obiezioni alle nostre richieste.

La catena

Scusate lo sproloquio. Veniamo a noi, questo il lunghissimo testo della catena:

FONDAMENTALE
FACCIAMO IL KULO ALLA CULONA MERKEL e ai Crucchi

Considerato che la guerra è ECONOMICA , e Tedeschi e Austriaci non hanno intenzione, di aiutare coi soldi di tutti e cioè con Eurobond, i paesi più colpiti dell’area Euro come SPAGNA FRANCIA, ITALIA ecc. Soldi che servirebbero a curare malati, a comprare farmaci, a pagare medici, infermieri, sussidi , cassa integrazione, contributi ad aziende e lavoratori, ed attività commerciali oggi chiuse , e ogni misura di sostegno all’economia del nostro paese .

Visto che andiamo tutti a far la spesa, VI IMPLORIAMO di far crollare il fatturato delle aziende tedesche e austriache, i vantaggi saranno enormi..

Il primo è per l’occupazione italiana, in secondoluogo le aziende italiane pagano tasse in Italia, molte multinazionali delocalizzano e non producono nulla in Italia, ma inviano solo i loro prodotti al nostro mercato, cioè non producono posti di lavoro in Italia . Altre tramite un gioco complicato ma legale, pagano poche tasse, avendo sede ad Amsterdam o Paesi Bassi.
Se le aziende tedesche che hanno dipendenti qui in Italia crollano, altre aziende italiane o di altri paesi assumeranno personale in Italia, quindi tranquilli.
La Germania ha avuto un SURPLUS commerciale da quando è entrata in Europa, vantaggio riconosciuto da tutti gli economisti del mondo.
Questo anche perchè la gran parte dei nostri politici son tutti senza palle.
I vantaggi per le aziende NON GERMANICHE sarebbero enormi,

Vi chiediamo di inoltrarlo a 20 persone, di cui 2 almeno fuori dalla vostra città,
se ognuno di voi ci riesce in 5 minuti siamo a 400, in un ora a 8.000 persone circa, in un giorno raggiungiamo 192.000 contatti, quindi i numeri si fanno importanti.

Massacriamo la Germania, senza missili, senza armi, ma con l’arma che è caratteristica di noi italiani e cioè l’intelligenza.
vedi MEUCCI (inventore telefono), E.FERMI, Cristoforo Colombo, Leonardo da Vinci

BOICOTTIAMO TUTTI I PRODOTTI ELENCATI:

COLOSSI GRANDE DISTRIBUZIONE tedeschi:
ALDI SUPERMERCATI
LIDL , PENNY Market e DESPAR,
prodotti:
BALSEN biscotti
YOGURT MULLER
KNORR SUGHI
HARIBO caramelle
Birra Paulaner , Edelweiss, Goldenbrau, Gosser (BAVARIA e Heineken olandesi)
Red bull bevanda austriaca
Henkel group tedesca che detiene:
DIXAN, BIO PRESTO, Perlana, VERNEL, PERSIL ,Pril per lavastoviglie,
Nielsen sapone piatti .
GLISS per capelli,
antica Erboristeria che è tutto meno che italiana
Breff detergenti prodotti casa
VAPE antizanzare
HERTZ autonoleggio
Ravensburger giocattoli
LOCTITE e colla e Pritt
Schwarkopf shampoo e Neutromed saponi
Continental pneumatici
ROWENTA E VORKERK elettrodomestici
Marchio Bosch e Aeg Cucine

Materiale per bagno edilizia
Duravit, Grohe e Knauf , Villeroy & Bosch
Wurth viti
Junkers e Vaillant caldaie
Telefunken televisori
Osram e SIEMENS, colossi illuminazione
PUMA e ADIDAS
ESCADA e MONTBLANC
REUSCH e ULHSPORT abbigliamento sport e neve.
LANGE & SONHE orologi
KTM moto
Swaroski gioielli
SCI ATOMIC e il marchio HEAD

Deustche bank -chi tiene i soldi lì ricordiamo che la banca ha varato 20.00 licenziamenti in tutto il mondo, in quanto attraversa una grave crisi di liquidità.
Decisamente più sicuro tenere risparmi nelle grosse banche italiane

Sui farmaci , si parla di salute e quindi siamo persone perbene e non ci permettiamo di toccare la Bayer ma se comprate un’aspirina in meno è meglio, per tutti..

DIFENDETE I LAVORATORI E LE AZIENDE DEL VOSTRO PAESE
Non ci rivolgiamo a tutti ma solo AGLI ITALIANI CHE VOGLIONO DIFENDERE IL PROPRIO PAESE, OGGI COME NON MAI

Buona Spesa a tutti
E Forza Italia SEMPRE

Ritengo inutile mettermi a parlare di Eurobond, non ha senso, come non ha senso il lunghissimo post che viene fatto circolare. In teoria boicottando quelle aziende, secondo chi ha creato la catena, si colpirebbe la Germania e l’Austria, in quanto Stati, e non singole persone. Il problema non sono i cittadini tedeschi, ma chi li governa – “la culona Merkel” – come introdotta in maniera molto matura, oggettiva ed economicamente pertinente a inizio catena. Il boicottaggio non colpisce affatto la Merkel, o il Paese Germania. Il boicottaggio al massimo colpisce gli imprenditori, stranieri (ma anche italiani, tante delle aziende citate hanno uffici e fabbriche nel nostro Paese), nel peggiore dei casi colpisce dipendenti e operai italianissimi.

Un esempio su tutti, la Henkel, citata nel documento: più dell’80% dei suoi dipendenti, infatti, è straniera e lavora al di fuori della Germania, quindi boicottando la Henkel il danno lo facciamo a lavoratori per lo più non tedeschi. Tra l’altro proprio la Henkel, col nome Persil, esiste in Italia dal 1933, riporto dal loro sito:

Henkel è presente in Italia con tutte e tre le sue Divisioni per un totale di 6 sedi: gli uffici amministrativi di Milano oltre a cinque stabilimenti. Di questi, due – Lomazzo (CO) e Ferentino (FR) – sono dedicati alla produzione di detersivi in polvere e liquidi, per il bucato e per la pulizia dei piatti a mano, per marchi come Dixan, Bio Presto, Perlana, Nelsen e Vernel. Tre, invece, producono colle e soluzioni chimiche per numerosi settori industriali e sono parte della divisione Adhesive Technologies: Casarile (MI), Zingonia (BG) e Oggiono (LC).

Boicottare Dixan Vernel, Bio Presto prima di colpire la Germania colpisce nostri connazionali che lavorano negli stabilimenti italiani. La Rowenta (la fabbrica è tedesca, nulla da dire) è però controllata da un gruppo francese, la SEB, che cura altri marchi come Moulinex; colpendo la Rowenta citata nel documento quindi colpiremmo anche i francesi, che sono quelli citati nel documento insieme a noi come vittime della cattiva Germania. Quando riceviamo catene così l’unica cosa da fare è cestinarle, e magari cercare di far ragionare chi ce le ha inviate.

Non dovrebbe essere così difficile capirlo.

Purtroppo è palese che il messaggio che sta circolando è l’ennesimo tentativo di affossare l’Unione Europea. Probabilmente mosso dagli stessi gruppi di cui ci è capitato di parlare nei giorni scorsi. Creare acredine tra gli Stati, diffondere indignazione contro i vicini è da sempre uno dei modi migliori per manipolare l’opinione pubblica, e quindi agire sul voto. Sia chiaro, i messaggi via social sono solo la punta dell’iceberg. Chi davvero manipola l’opinione pubblica sono principalmente giornalisti e influencer sovranisti, e sono tanti, anche se non sempre è chiaro se lo siano in maniera inconsapevole o in totale malafede (opto per la seconda, ma significa ritenere questa gente intelligente, e non sempre sono sicuro lo sia).

Non è compito nostro cercare chi abbia per primo diffuso il messaggio, fossimo in un mondo ideale la polizia postale sarebbe già dietro al colpevole. Colpevole che sa benissimo di essere protetto grazie alle migliaia di soggetti che, come tanti cani di Pavlov, hanno risposto al suo primo messaggio, condividendolo come richiesto su più bacheche possibili, a più gente possibile.

È così che in pochi giorni, approfittando di un momento di crisi che dovremmo affrontare più uniti possibile, sono cresciuti gruppi social nati dal nulla che spingono la gente a chiedere l’uscita dall’Unione, è così che sono stati diffusi audio su fantomatiche cure dal coronavirus che ci tengono nascoste.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!