Questo è quanto ci racconta InformareXResistere e il racconto, se fosse reale, sarebbe terrificante.

Chiesa devastata dall’incendio appiccato da due ragazzetti islamici. I quali, trionfanti, definirono «eccellente» l’allucinante spettacolo, gridando ed insultando i Cristiani. In quel momento una famiglia si stava preparando per un Battesimo nel salone delle feste, nel sottosuolo del tempio. Nessuno di loro è rimasto ferito, né il parroco, né quattro religiose, presenti in quel momento.

ixr-lignon-chiesa-fiamme

Ma è davvero andata così? 

Per farvi capire lo spessore di Informare Per Resistere, la fonte è di una testata in spagnolo! Ma come: la notizia viene dalla Svizzera, e la testata da cui l’abbiamo raccattata è spagnola? Chissà? che si tratti di una bufala?

dosmusulmanes-ighlesia

 

La notizia mi è stata segnalata da un lettore – grazie C.G. Mi è stata in parte già sbufalata grazie ad un link che ci porta sulle pagine di Le Matin, testata svizzera.

Partiamo dalla cosa più importante: i ragazzini sono in realtà due bambini di 7 anni, e nessuna testata svizzera li identifica come musulmani. Sembra che il “vero colpevole” fosse il maschietto: avrebbe giocato con le candele per impressionare la bimba presente con lui in chiesa. Come raccontano i giornali, tristemente la cosa è sfuggita di mano e i bimbi sono scappati in preda al panico. Adesso la chiesa è stata rasa al suolo.

Nessuna delle testate che ho trovato fa riferimento alla religione dei due bimbi. Nessuno sembra colpevolizzare la coppia di settenni in maniera speciale. Anzi, tutti sembrano “contenti” che nessuno si sia fatto male. C’è il dubbio che l’assicurazione possa fare pressioni sulle famiglie dei due bimbi, ma nessuno sta cavalcando la cosa nel modo in cui ne parla Informare per Resistere. Cito testualmente:

Ma che cosa viene insegnato ai figli nelle famiglie musulmane? Che educazione ricevono nelle loro moschee, nei loro centri culturali, ultimamente anche nelle loro scuole?…

…Essendo minorenni, i due giovani non sono neppure penalmente responsabili. Se la stessa cosa fosse capitata ad una moschea o ad una sinagoga, che tipo di reazione vi sarebbe stata? Come i media avrebbero commentato la vicenda?…

Essere minorenni è un conto, potrebbero esser due vandali over 13 anni… ma questi di anni ne hanno sette! Come puoi tu, articolista della testata, non renderti conto che stai parlando del nulla? Che stai colpevolizzando due bimbi che al più sapranno giocare all’XBOX? Come puoi costruire un intero articolo basandosi sull’unica fonte islamofobica che hai trovato in giro?

Per darvi un’idea di come abbiano calcato la mano, la “fonte” spagnola riporta anche una presunta registrazione. Dai video delle telecamere si sentirebbero, infatti, parole non certo lusinghiere contro la chiesa:

Los jóvenes musulmanes que causaron el incendio grabaron cómo ardía el edifico de la iglesia y en el video se les oye alegremente exclamar: “Excellent, cette église de merde. Fils de putes” (Excelente, iglesia de mier…, hijos de pu…)

E qui casca l’asino! Ciò dimostra l’artificiosità del pezzo: basta cercare il dialogo riportato qui sopra per scoprire che sì, è vero, ci sono dei ragazzi probabilmente musulmani che hanno caricato un video dal cellulare. Questo filmato mostra la chiesa mentre brucia, ma se si ascolta attentamente il dialogo, si intuisce che si trattano di persone estranee ai fatti. I quali, rendendosi conto che si tratta della chiesa, gioiscono.

 

Idioti, certo, ma idioti che non hanno dato alle fiamme la chiesa. Idioti che non vorrei come amici. Sono sicuro che il primo giovanotto che tifa per un partito di estrema destra e che vedesse dalla finestra di casa sua bruciare una moschea, farebbe esattamente lo stesso godendo delle disgrazie altrui.

E questo è triste. Davvero triste.