È da qualche giorno che mi state segnalando un meme che circola in rete.

Si tratta di questa foto qui:

L’immagine mostra Guerlin Butungu, congolese che l’anno scorso fu arrestato per gli stupri di Rimini. Il testo riporta:

Ha massacrato una ragazza violentata per ore picchiata! Da 16 anni oggi la pena è passata a 5 anni.

Il meme circola da un po’. Una pagina social l’ha diffusa il 13 giugno. Probabilmente sono gli stessi creatori dell’immagine, gruppo chiaramente affine al governo in carica (visto che la pagina si chiama Tu Piangi Io sorrido Il governo del popolo). E il popolo ha fame di queste notizie. La gente ama indignarsi, poco conta se le notizie che date loro in pasto siano vere o false, siamo un popolo di boccaloni, alla faccia del governo del popolo.

Vediamo i fatti. Guerlin è stato arrestato nel 2017, condannato a novembre 2017 con rito abbreviato a 16 anni. Fino al 30 luglio di quest’anno quella era la condanna ricevuta (quindi il post del 13 giugno era bufala al quadrato). A luglio è stata fissata la data per l’appello, che si terrà dal 19 ottobre. Fino ad allora la condanna è quella data in novembre. La difesa sostiene che Guerlin non sia affatto colpevole e io su questo non posso pronunciarmi in alcuna maniera, saranno i magistrati a dover fare chiarezza sulle prove.

Ma a oggi non c’è nessuna pena ridotta. Diffondere quel meme per indignare i vostri amici non vi fa diventare paladini degli italiani, ma solo esempio pratico di boccalone.

Io al vostro posto ci farei attenzione, ma contenti voi se vi piace farvi credere tali.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!