facebook-gulklible-privacy

Me la segnalate da domenica. Vi ho postato la vecchia sbufalata. Persino testate più serie di BUTAC ne han parlato, e han postato una sbufalata in merito. Ma niente, state continuando a segnalarla, sintomo che la cosa gira sempre di più (o che i follower di Butac han solo amici uTonti).

Questa storia delle condizioni d’uso di Facebook che sono cambiate e che occorre postare un messaggio per assicurarsi tutela sulla cosa esiste da quando esistono i social network, se non da addirittura ancor prima. Cascarci è da fessi, avere il dubbio è da newbie, segnalarlo è…

download (26)

Se avete ancora amici che condividono messaggi simili a questo:

A partire da ieri , 01 Novembre 2015 alle ore 7.00 ora italiana, non concedo a Facebook (e/o agli enti associati ad esso) il permesso di usare le mie immagini, informazioni o pubblicazioni, sia del passato che del futuro. Per questa dichiarazione, ricordo a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire o intraprendere qualsiasi altra azione contro di me, (in base a questo profilo e/o il suo contenuto). Questo profilo contiene anche mie informazioni private e riservate. La violazione della privacy può essere punita dalla legge (UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma). Nota: Facebook è ora un’entità pubblica x cui tutti i membri dovrebbero pubblicare una nota come questa sul loro profilo personale. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione.
Se non pubblichi questa dichiarazione (almeno una volta), per tacito “silenzio-assenso” permetterai l’uso delle tue foto, così come le informazioni contenute nei tuoi “aggiornamenti di stato” del profilo.
Non condividere!…
Devi copiare e incollare!

dovete inserirli nella lista “Con restrizioni” o disattivarne le notifiche. Ricordatevi a vita che sono persone incapaci di fare la minima ricerca su Google. Qualsiasi cosa condividano sulle loro bacheche non può valere la fuffa che diffondono.

Noi ne avevamo parlato tanto tempo fa e con noi altre centinaia di blog nel mondo. Esiste anche un video (in inglese) che si trova anche fra i primi risultati su Google e spiega la stessa identica bufala a Gennaio 2015.

È fuffa, di quelle che delimitano il confine tra Utente e uTonto.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!