PRELIEVOFORZOSO2

AGGIORNAMENTO DEL 10 GIUGNO 2015

La notizia è stata rimessa in circolo sostenendo che il Senato abbia votato a fine maggio 2015 un emendamento che di fatto li autorizza ai prelievi forzosi, ma è e resta fuffa, gli emendamenti di fine maggio non cambiano quanto detto qui sotto e ripetuto in altri articoli più vecchi!

Avete un conto corrente con oltre 100mila euro non investiti e non derivati da stipendi e/o pensioni?

Forse se ci sarà necessità nei prossimi anni potrebbero decidere di applicarci una  tassa extra che non metterà a rischio i vostri 100mila ma forse vi costringerà a fare a meno di qualche centinaio di euro in più (poco rispetto alle alte tasse che già paghiamo), in tutti gli altri casi dormite sonni tranquilli, e smettete di leggere certi siti!
PRELIEVIFORZOSI2

Il Nord Quotidiano non regge l’Unione Europea, e questo già si sapeva da tempo, e coglie ogni valida occasione per sferrare attacchi (disinformativi). Pochi giorni fa ci hanno regalato un lungo articolo sull’economia europea, basandosi su un piccolo articolo (di commento) apparso sul Corriere della Sera! Buona parte del pezzo è la ripetizione delle parole dell’originale, a dimostrazione che di argomenti ce ne sono pochi pochi…

Poi viene la parte di totale fantasia che nell’articolo originale non compariva, dove ci spiegano che il cappio per gli italiani è già pronto, con un prelievo forzoso dai conti correnti di mille euro all’anno per vent’anni, e infine, da subdoli che sono chiudono spiegando che forse non sarà proprio così ma poco cambia!

È davvero ridicolo tutto ciò, ridicolo e disinformativo, perché come avevo già tentato di spiegare qui, il prelievo forzoso che l’Unione Europea può permettersi di applicare è SOLO su conti (non provenienti da pensioni) che siano d’entità superiore ai 100.000 euro, così è scritto così è regolamentato. Quanti italiani hanno conti di quell’entità? 55milioni? Non credo proprio. Quindi nel caso chi ci rimetterà saranno solo quelli che di soldini ne hanno a sufficienza per cui quel prelievo non sarà così traumatizzante. Non raccontarlo è disinformazione, non spiegarlo è pseudo giornalismo…