AGGIORNAMENTO DEL 7 GIUGNO 2016:

Questo il comunicato il comunicato di risposta congiunto dell’Assessore alla sanità della Regione e del commissario dell’Aou di Sassari che qui riportiamo integralmentre.

A differenza di quanto afferma il deputato Mauro Pili, al Santissima Annunziata non ci saranno dimissioni anticipate di pazienti per far posto ai migranti. Lo precisano l’assessorato della Sanità e il commissario della Aou di Sassari, Giuseppe Pintor.  Nella circolare del direttore del Presidio si invitano i Direttori delle Unità operative di ricovero a “voler accelerare le procedure di dimissione, per quanto possibile, provvedendo, nel caso non si potesse in mattinata, a dimettere anche nel tardo pomeriggio”. Ciò significa chiaramente velocizzare procedure già avviate e non dimettere chi non è nelle condizioni di tornare a casa. Peraltro, solo il clinico può decidere chi e quando dimettere e non può essere una circolare a imporgli le dimissioni. Questo dovrebbe sapere il deputato Pili, prima di iniziare una inutile polemica sul nulla. La sanità sassarese è pronta ad accogliere le persone in difficoltà e tantissimi professionisti si sono messi a disposizione per l’arrivo della nave di migranti e questo non può essere mistificato da bufale costruite ad arte.

MIGRANTIPORTOTORRES2

Da ieri sta circolando un post su Facebook:

Purtroppo per noi non è uno scherzo: ecco il documento che nessuno doveva vedere. dimettere i pazienti dell’ospedale per l’imminente sbarco dei migranti.
solo una regione di folli e una sanità in mano a spregiudicati può diramare una tale circolare!

13342961_1063328923745811_598982081497794591_n

E un articolo di ImolaOggi:

“Il documento è ufficiale ma riservato: accelerare le procedure di dimissione dei pazienti, per quanto possibile, provvedendo, nel caso non si potesse in mattinata, a dimettere anche nel tardo pomeriggio…

Una comunicazione tra la follia e la totale spregiudicatezza di una regione allo sbando che arriva a pianificare lo sfollamento degli ospedali, mandando anzitempo i pazienti ricoverati a casa, per far posto ai possibili pazienti in arrivo

Un atto che rasenta la follia e la degenerazione gestionale di questa partita immigrazione: nessuna seria pianificazione con prefetture che danno l’assenso senza aver in alcun modo la certezza della più elementare logistica. Cosa significa accelerare le procedure di dimissione? Significa buttare fuori dagli ospedali i pazienti ricoverati? Siamo nelle mani di gente senza scrupoli che non solo queste cose le pensa ma le mette anche nero su bianco.

Sono le 23:45 e a quest’ora purtroppo all’ospedale di Porto Torres non mi risponde nessuno che possa confermare o smentire quanto riportato qui sopra. Però mi piacerebbe fare un gioco con voi, usare la ragione, la razionalità. Vediamo di leggere per bene la lettera:

PG/2016/0013776 del 06-06-2016 ore 12:20

OGGETTO: Sbarco migranti a Porto Torres

Si informano le  ?????? (non comprensibile) che lo sbarco dei migranti a Porto Torres è previsto per stasera alle ore 20:00.

Ci è stato comunicato che dovrebbero esser presenti indicativamente: 298 uomini, 126 donne e 68 bambini, non siamo a conoscenza, al momento attuale, delle reali condizioni di salute ma è probabile che ci sia la necessità di assicurare loro cure ospedaliere. Per questo motivo si chiede di voler prestare la massima collaborazione, allertando il personale, medico e infermieristico, per rendersi disponibile ad affrontare le eventuali criticità.

Si chiede inoltre, ai sigg. Direttori delle Unità Operative di ricovero di voler accelerare le procedure di dimissione, per quanto possibile, provvedendo, nel caso non si potesse in mattinata, a dimettere anche nel tardo pomeriggio.

(una riga non comprensibile)

disposizione per fornire quanto si dovesse render necessario.

Al Direttore della farmacia si chiede di voler garantire la disponibilità dei presidio medico-chirurgici che potrebbero esser utili e, in particolare, farmaci per il trattamento della scabbia e D.P.I. per malattie infettive diffusive (TBC etc).

Confidando nella consueta collaborazione, restiamo a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Distinti saluti

Il Direttore di presidio
Dott. Bruno Contu

Questo il testo per quanto mi è possibile riportare dall’immagine. Innanzitutto quella che vediamo è una scansione mal fatta, su cui qualcuno usando Photoshop ha riportato in alto, ingranditi, quelli che credo siano i mittenti del documento. Ma il documento è autentico, nessuno insinua la sua falsità, solo che si trattava di comprendere se da dimettere fossero malati, migranti o solo persone che magari avrebbero atteso due ore e invece così son state dimesse in venti minuti.

LEGGI ANCHE:  Donna operata senza anestesia?

Come spiega il comunicato stampa ad inizio articolo non verranno dimessi pazienti che non abbiano necessità di dimissioni, ma solo verranno velocizzate le pratiche di chi è già in via di rilascio.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!