Una “sbufalata” flash visto che l’ho vista e cassata in 5 minuti. Il sito Ultime Notizie Flash pubblica quest’articolo dove sostiene che un documentarista (David Cunningham) avrebbe filmato le tribù amazzoniche seppellire VIVI i figli nati disabili. Non sto a sindacare se la storia sia vera o no, NESSUNO può farlo visto che non vi sono vere fonti verificabili. Ma si possono dire alcune cose a riguardo:
i fatti risalgono a SEI ANNI FA …quindi se ti chiami Ultime Notizie Flash le tue news puzzano di vecchio un bel po’. Il documentario è andato in onda nel 2008 ed era stato girato nel 2007.
E poi vanno viste le dichiarazioni rilasciate da chi si è occupato della cosa; le autorità brasiliane hanno detto che i fatti raccontati nel documentario sono molto romanzati ed ingigantiti, in quanto i missionari che hanno fatto realizzare il documentario e che hanno collaborato alle sue riprese avevano bisogno di supporto alla loro campagna di conversione delle tribù amazzoniche in cristiani. La famiglia che ha poi adottato la bimba protagonista del docu drama ha potuto solo confermare la situazione medica della bimba, ma nulla del video è stato verificato. Che sia stato tutto recitato? Non posso dirlo con certezza, ma sicuramente ci sono tanti punti oscuri nella storia.
Qui qualche fonte:
Tra cui Reuters che bolla il tutto come messo in scena e non reale:
Qui Ultime Notizie flash e la loro storia :
EDIT:
Dopo aver scritto l’articolo ci siamo accorti che anche su UNF è comparso un link che spiega potrebbe trattarsi di una storia falsa, beh almeno se ne sono accorti…meglio tardi che mai!
http://www.ultimenotizieflash.com/cronaca/2013/11/10/brasile-il-documentario-sui-genitori-che-seppelliscono-vivi-figli-disabili-e-un-falso/
Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!
Previous articleGli alieni in Bulgaria…
Next article5 bufale sul cibo
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.