[message_box title=”NOTIZIA” color=”red”]A 10 anni di distanza anni dal vasto incendio che distrusse centinaia di ettari di bosco, provocando tre morti e decine di feriti, un altro incendio si è sviluppato a Peschici, nella Baia di Manacore.[/message_box]
[message_box title=”FATTI” color=”green”]Gli incendi che hanno colpito la zona di Peschici non sono mai arrivati alla Baia di Manacore, c’era preoccupazione ma sono stati domati prima che potessero intaccare la Baia, sarebbe il caso aggiornare gli articoli per evitare danni economici alla zona.[/message_box]

Manacore

Tra i messaggi alla pagina ieri sera ne ho visto uno che ho ritenuto importante, specie dopo quanto in tanti hanno riportato sui “danni del debunking” credo che questo messaggio rappresenti bene l’altra faccia della medaglia: i danni della disinformazione mainstream.

Vi lascio al messaggio, solo dopo le mie piccole verifiche e qualche considerazione.


Vi vorrei raccontare quello che ci è successo un paio di giorni fa. Non so se avete sentito dell’incendio sviluppatosi in agro di Peschici (FG) il 24/07/2017, purtroppo l’Ansa nel comunicare la notizia ha individuato, con leggerezza e in modo approssimativo, l’origine dell’incendio nella struttura turistica per cui lavoro, comunicando anche l’evacuazione di delle strutture vicino ad esso; naturalmente tutto questo non corrisponde a verità visto che l’incendio ha avuto origine a più di 15km da noi e poi sviluppato ancora più in lontananza (il vento soffiava in direzione opposta alla nostra quindi non vi è mai stato alcun pericolo per noi). Vi lascio immaginare l’impatto tremendo che questa bufala sta avendo sulla stagione in corso e temiamo anche per la futura. Vi chiedo una mano nello smontare questa notizia falsa.

Incendi: fiamme a Peschici sul Gargano, evacuate alcune case

ANSA 24 LUG – A 10 anni di distanza anni dal vasto incendio che distrusse centinaia di ettari di bosco, provocando tre morti e decine di feriti, un altro incendio si è sviluppato a Peschici, nella Baia di Manacore. I vigili del fuoco sono stati costretti a far evacuare alcune case lambite dalle fiamme e a bloccare un tratto della statale 98 per timore che le fiamme possano mettere in pericolo gli automobilisti in transito.

Questo invece è il post che stiamo facendo girare per cercare di contrastare la notizia.

VI INVITIAMO A CONDIVIDERE QUESTO STATO PER FERMARE QUESTO GIRO DI NOTIZIE FALSE

Nelle scorse ore un incendio ha interessato una zona interna tra Peschici e Vieste, denominata coppa della macchia, questa notte lo stesso è stato domato. Siamo a conoscenza di alcuni articoli giornalistici che erroneamente ci coinvolgono tra le strutture colpite, ribadiamo che queste informazioni sono assolutamente false.


Basta cercare sulle testate della zona per trovare conferma a quanto ci riporta il nostro lettore, su Foggia Today:

Peschici, la collina brucia ancora: aggiornamenti
Resta alta l’allerta sul Gargano, dove dalle 16 di ieri sono in corso alcuni incendi in varie località del Promontorio: Peschici, Cagnano Varano, Capojale. Particolarmente preoccupante l’incendio sviluppatosi, con più focolai, in agro di Peschici, proprio nel decennale del devastante rogo che, nel 2007, mise in ginocchio il Gargano.

Le zone interessate non sono quelle della baia, basta guardare la cartina per accorgersene:

Sottolineate in rosso le località citate, ben distanti dalla baia
E anche qui quando si parla di Peschici ci si riferisce ad aree lungo la statale 89, lontana dalla Baia.
Il punto rosso è la zona più vicina alla Baia in cui ci sono stati incendi, già domati.

Sia chiaro, la preoccupazione che potesse cambiare il vento e colpire anche la Baia c’è stata; riporto da un commento scritto su Facebook da un utente presente ai fatti:

Ieri alle 19 vigili del Fuoco e prefettura non escludevano di evacuare Julia e Baia di Manaccora perché e’ vero che l’incendio come si è sempre scritto era nella area interna della stalle 89. Ma vigili del fuoco e prefettura era molto preoccupati per il vento che potesse cambiare. E i gestori delle due grandi strutture ricettive (baia che adoro e dove trascorro le mie vacanze) erano stati informati dal sindaco che avrebbe potuto scattare questo provvedimento. Si chiama prevenzione. Questa la foto dove si stavano prendendo in esame tutte le soluzioni. E le parole di Tricarico dei vigili del fuoco sono state “la situazione è’ critica e difficile”. Ero lì.


Si trattava però di discussioni fatte il 24 sera, gli articoli sui giornali pubblicati il 25 riportavano che gli incendi fossero partiti proprio dalla Baia, e che quindi fosse già stato fatto il danno, cosa errata. La baia non è stata toccata e gli incendi sono stati domati già nella stessa giornata del 25 luglio. Perché nessuna testata di quelle che hanno riportato l’allarme non ha corretto il tiro e aggiornato l’articolo? Il danno in termini economici durante l’alta stagione può essere grave, speriamo che ANSA e gli altri provvedano a cambiare i loro titoloni, riportando le aree colpite nella maniera corretta. Si fa presto a dire che il debunking fa danno, come ci raccontava Repubblica, se poi si continua a fare giornalismo a metà.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!