tesla-torre

D’estate, quando le testate nazionali  “giornalistiche” raddoppiano la fuffa, mi diverto ad evitarle e dedicarmi alla lettura di  quelle che la fuffa la pubblicano tutti i giorni, è il caso di LoSai, testata che davvero non capisco come faccia ad avere così tanto pubblico…

Pochi giorni fa ci hanno deliziato con la storia dei fisici russi che stanno progettando di costruire una Torre di Tesla, prototipo delle tante torri che libereranno il mondo dal giogo dell’energia a pagamento, rendendo disponibile a tutti la possibilità di creare energia dal nulla. Sapete che figata?

L’avaria di Fukushima non sarebbe avvenuta. I funzionari europei non avrebbe dovuto faticare inventando ostacoli alla realizzazione del gasdotto South Stream. I pensionati della NATO, dopo aver tolto alla Yugoslavia le terre del Kosovo, non si sarebbero occupati di investimenti nei minerali utili esistenti su questo territorio.

Chi sarebbero  questi fisici russi?

Due fratelli George e Leonid Plekhanov…due grandi menti che difatti hanno pensato di rivolgersi a The Oatmeal per trovare un modo per raccogliere i fondi necessari…si si, avete capito bene, inzialmente hanno cercato di avere una collaborazione con una testata SATIRICA e d’intrattenimento per costruire la torre che ci renderà liberi dalla schiavitù dell’energia a pagamento. Direi ci siano solide basi scientifiche e ottimi finanziatori dietro all’iniziativa.

1337028328549797

 

Non è che i fratelli Plekhaov hanno scelto The Oatmeal a caso, sapevano che i ragazzi della redazione della testata satirica amano il buon Tesla (ne hanno anche finanziato il museo), e speravano che questo desse un buon input alla loro raccolta fondi…ma così non è stato, perché un conto è reputare Tesla un protonerd, un conto è cacciare soldi fuori dalla finestra per qualcosa che la scienza ha già spiegato più volte che NON funziona…

La mia domanda è: perché parlare di questa sciocchezza ora quando la notizia è del 2013? Ma perché sull’onda del milione di dollari raccolto appunto dai giovani che volevano creare un museo dedicato a Tesla questi due furbacchioni russi hanno aperto una raccolta fondi. Sfortuna vuole che ci credano in pochi e quindi che la raccolta fondi iniziata il 1 Giugno stenti a decollare, finora hanno raccolto “solO” 42000 dollari…sul totale di 800mila richiesto. Ammetto che mi piacerebbe arrivassero alla cifra richiesta perché se almeno costruissero la torre sarebbe finalmente valida occasione per dimostrare al mondo quanta fuffa circola…

letsbuildtesla

La cosa che poi m’interesserebbe sapere è quanti soldi LoSai (che parla dell’argomento Tesla più e più volte da quando la testata è nata) abbia donato alla raccolta fondi, spero in svariate migliaia di euro, anche se credo a fatica avranno dato qualche centesimo…perché lo sanno anche loro che di fuffa si tratta e si guardano bene dal investirci soldini.

La torre di Tesla, anche chiamata torre Wardenclyffe ( è un nome che mi dice qualcosa…ora ricordo…i fuffari di questo generatore qui avevano usato lo stesso nome), è una vecchia storia, travisata dagli amanti dei misteri…ma che di misterioso ha poco. Difatti si tratta di un progetto di Tesla fatto con l’intenzione di mostrare il trasferimento d’energia senza fili…ma non energia generata DAL NULLA  …no no no…il bravo Tesla che non era un cretino voleva dimostrare come trasmettere energia da un punto A ad un punto B senza l’utilizzo di fili…ma la centrale per creare quell’energia sarebbe servita lo stesso!  Il progetto è lentamente abbandonato stato abbandonato per mille motivazioni e mai più ripreso in mano perché si è dimostrato che l’energia che si perde nel processo è superiore a quella che si riesce a trasmettere. Qualche tipo di trasmissione d’energia senza fili la si usa anche oggi con gli induttori magnetici e con le microonde…nulla di non già testato, sperimentato e utilizzato…anzi volendo un carica batterie da smartphone senza fili ve lo potete comperare anche voi…

powerbyproxi3

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!