Poche righe oggi per commentare una foto che mi avete segnalato e che sta cominciando a circolare in rete.

Nell’immagine si vedono due imbarcazioni della Marina giapponese bloccare una barca, con una manovra coordinata. Il meme che sta circolando lascia sottintendere la possibilità che la barca fosse di stranieri che volevano arrivare in Giappone. Partiamo col dire che la foto risale al 2012, la barca bloccata è straniera, ma non si tratta di immigrati in cerca di un approdo sicuro. Non è ben chiaro se siano pescatori cinesi che hanno superato le acque territoriali giapponesi e stanno cercando di pescare dove non potrebbero o attivisti che rivendicano un’isoletta.

Quello che è certo è che si tratta di una questione differente rispetto a quelle che affronta la nostra Guardia Costiera, il vascello non è stracolmo di disperati, non c’è nessuna richiesta di aiuto o assistenza da soddisfare. Fare un paragone con la situazione del Mediterraneo è sciocco. Una manovra del genere fatta contro una delle carrette del mare che trasportano gli immigrati probabilmente terminerebbe con l’affondamento della stessa. Immagino già che direte che andrebbe fatta con le navi delle ONG, ma il rischio che qualcuno si faccia male è alto. Su quelle imbarcazioni non ci sono piccoli equipaggi controllabili, ma folti gruppi di disperati che stanno cercando di arrivare in Europa.

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!