BONUSPUTIN

Sta circolando quest’immaginetta che vuole, come sempre, mettere sul piedistallo il caro Putin e denigrare Obama e gli Stati Uniti.

12170562_1671452759780567_1639553766_n

L’immagine non ci racconta nulla di nuovo, visto che i 9000 dollari citati sono un’iniziativa del governo russo del 2006. 9 anni fa. E pur facendo molto effetto leggerli nero su bianco (su blu in questo caso) dopo nove anni di bonus per nuove nascite la situazione russa dimostra che non è cambiato nulla, anzi, e che quindi i soldini offerti alle giovani coppie per i figli sono stati solo un ottimo sistema per fare un po’ di propaganda politica, senza però risolvere minimamente la questione calo demografico.

 Il che ci porta a dire che chi mette in giro il meme per denigrare Obama di politica ne capisca poco, o forse ne capisce tanto, e sa bene che poco importano i risultati finali, ma quello che interessa è solo portare a casa nuovi elettori, atratti con l’inganno.

SLATE nel 2006 faceva un’analisi molto sincera della cosa, spiegando che i 9mila dollari equivarrebbero ai 42mila negli Stati Uniti, e dimostrava con qualche esempio e molte statistiche come in nessuno dei due casi un bonus del genere possa aiutare le famiglie in difficoltà.

Un bambino dagli zero ai 17 anni costa MOLTO di più di 9mila dollari, tra pappe, vestiti, consumi, scuola, vita…Si stima negli Stati Uniti che portare un bambino ad arrivare alla fine della scuola dell’obbligo possa arrivare ad incidere su un bilancio familiare per cifre che vanno dai 140mila dollari ai 250mila. Senza includere i costi per l’università, e i costi dovuti alle ore di lavoro in meno fatte dai genitori per questioni legate alla nascita e alla vita generale del bimbo. 42mila dollari non farebbero cambiare opinione a quasi nessun americano.

Come 9mila non l’hanno fatta cambiare ai russi:

One month does not make a conclusive trend, but Rosstat just released its preliminary demographic data for January 2015 and the results are ugly. Compared to the previous year, deaths were up and births were down by 2 and 4% respectively. This means that the overall natural movement in population for the month was -25,000, compared to only -15,000 the year before.

Ci spiegava Forbes.

Ci siete tutti? La Russia a Gennaio 2015 registra un ulteriore calo demografico, sempre più grave, nove anni dopo l’introduzione del  “bonus Putin” le cose continuano a peggiorare.

In Russia la crescita al momento è allo 0,14% negli Stati Uniti allo 0,77%.  Nascono 13,3 bambini ma al contempo muoiono 13.1 persone ogni mille abitanti. Quando negli Stati Uniti nascono 13, 42 bambini a fronte di una mortalità di 8,15 soggetti sempre ogni mille abitanti.

A cosa serve l’immaginetta che state facendo circolare, se non a convincere la ggente che Putin è il salvatore? Peccato che la storia non venga analizzata da nessuno e chi condivide la suddetta inneggi a Vlad come ad un grande politico, qui vi abbiamo appena dimostrato come la cosa sia davvero sopravvalutata.

La cosa che mi lascia più allibito è che i gruppi che stan facendo circolare questa storiella sono per lo più i “difensori della famiglia tradizionale” che non si rendono conto che se ci si limitasse alle iniziative stile Putin il calo demografico in Italia sarebbe ben più grave di quello che già abbiamo.

maicolengel at butac.it