FANTASMA-ALTALENA

Partiamo col dire che se credete ad un video come quello che il Daily Mail ha pubblicato poche ore fa e che Dagospia ha subito ripreso non so cosa facciate qui su Butac, basta un minimo d’osservazione per accorgersi che non c’è nulla di strano nel video se non il titolone e il racconto del papà ai figli.

Da Dagospia (caps lock incluso, perché attirare gli uTonti bisogna saperlo fare bene):

1. IL VIDEO PIÙ INQUIETANTE CHE VEDRETE OGGI: IN AMERICA UN PAPÀ FILMA DALLA MACCHINA UN FANTASMA NEL PARCO GIOCHI: UN’ALTALENA VA AVANTI E INDIETRO SENZA UN FILO DI VENTO
2. AVREMMO LIQUIDATO LA NOTIZIA COME UNA POCO PROBABILE ALLUCINAZIONE COLLETTIVA, SE NON FOSSE CHE IL PAPÀ HA IMMORTALATO LA SCENA IN UN VIDEO E, FANTASMA O NON FANTASMA, QUELLO CHE VEDIAMO È INQUIETANTE. NON UN FILO DI VENTO MUOVE LE ALTRE ALTALENE, A PARTE QUELLA BLU CHE DONDOLA ININTERROTTAMENTE SENZA NESSUNO SOPRA…
3. DELIRIO DI 4.5 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI SU FACEBOOK – IL VIDEO!

A Warwick, in Rhode Island, una famiglia, composta da un papà e tre figli, era uscita per andare al parco giochi, ma una volta arrivata non è riuscita ad abbandonare l’auto: un fantasma abitava il parco deserto andando avanti e dietro sull’altalena.

Il video per merito di testate come quelle sopramenzionate sta facendo ovviamente il giro della rete, su Youtube si trovano già svariate persone che l’hanno ripubblicato con o senza commenti tra il serio e il faceto, ma la strada per diventare virale è stata intrapresa. L’idea che ci sia gente che lo condivide in maniera seria mi lascia interdetto, m6b12a216ef6b3482b0b1bdf18a4edf79a tant’è, ci sono amici che han creduto all’emendamento del Senatore Cirenga e a quello sulla carne di cane, il mondo è pieno di sorprese.

Mi pare ovvio che la spiegazione non siano i fantasmi, ci troviamo di fronte ad un classico caso di:

Posseduti dal vento

Nel video sia il papà che i figli continuano a ripetere che non c’è vento, ma osservando gli alberi fuori in diverse occasioni si vedono rami muoversi, e si vede benissimo che anche le altre altalene si muovono, poco, lievi dondolii avanti e indietro, impercettibili all’occhio pigro, ma basta aguzzare la vista per accorgersi che in tutte le inquadrature si spostano. Perché lo fanno con tanta delicatezza? Mi pare ovvio, perché quelle piccoline sono sedute da altalena che offrono pochissima resistenza al vento, hanno fori che lasciano passare l’aria con tranquillità come si vede sia nel video che in qualsiasi immagine ritragga quelle sedute:

swing1
Una seduta leggera e forata, così l’aria ci passa attraverso, il piccolo bimbo cinese che vedete nella foto è stato ovviamente maltrattato prima di venire messo sull’altalena, ma si sa che noi di Butac siamo sadici. Dopo la foto l’abbiamo richiuso nella fabbrica di magliette e palloni di Euro2016 da cui l’avevamo prelevato, e tanti saluti a soreta.

Solo le fasce fanno resistenza, mentre il resto della seduta fa sì che il vento possa passarci comodamente attraverso.

L’altra seduta è un grande pezzo di plastica senza foro alcuno.

small_adaptive_swing_seat_adp_25__75257.1403653849.1280.1280
Seduta da altalena per bimbi con difficoltà.

Si tratta di una sedia fatta per bimbi con difficoltà, è ovviamente più protettiva, ma al tempo stesso è un pezzo di plastica (vuota all’interno) che fa resistenza al vento in maniera totalmente diversa da quella precedente.

Pensate a questa vela:

Immaginate di farci dei tagli con un coltello, non la vedreste più così gonfia come se stesse per scoppiare, ma ondeggiare floscia, quasi come se non ci fosse alcun vento, e la barca ci metterebbe ore per giungere a destinazione, qualsiasi essa sia.

Ghost_MF
Situazioni simili sono state fotografate in passato, perché giocare coi creduloni è sempre molto appagante.

Sia il papà che i figli nel video non sembrano affatto spaventati dalla presunta presenza di un fantasma a pochi metri da loro, ma anzi ridono e continuano a ripetere che non c’è vento; sembra più un video fatto di proposito per diventare virale sfruttando la curiosa circostanza.

Cascare nei tranelli di testate come il Daily Mail che cercano uTonti che abbocchino è sintomo di essere parte del problema di diffusione della bufala, forse sarebbe il caso di rifletterci un momento.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

fantasmi-esistono
“Le prove dell’esistenza dei fantasmi sono le stesse oggi che un anno fa, o dieci, o un secolo addietro. Ci sono due possibili motivi per il fallimento dei cacciatori di fantasmi nel trovare buone prove a sostegno delle loro credenze: 1) i fantasmi non esistono ed ogni testimonianza può venire spiegata usando la psicologia, le percezioni errate, errori e bufale. 2) Oppure i fantasmi esistono ma sono i cacciatori ad essere degli incompetenti.” – Ben Radford