Il Tonno FAO 61 e 71

In tanti mi avete segnalato gli articoli che parlano del tonno contaminato dalle radiazioni del Giappone, l’appello segnala di stare attenti a tutti i lotti con FAO (numero di provenienza del pescato) 61 e 71!

Intanto partiamo col dire che i tonni si muovono e quindi dal 2011 data dell’incidente ad oggi potremmo dire che il rischio contaminazione è (sarebbe) mondiale…e quindi l’appello di per se è INUTILE ED IDIOTA.

A questo aggiungiamo che l’Unione Europea subito dopo la tragedia ha diramato ordini chiari di controlli a tappeto su TUTTO il pescato che viene venduto sui nostri territori, controlli casuali tutt’ora in atto (https://webgate.ec.europa.eu/maritimeforum/content/2499).

L’OMS (Organizzazione Mondiale della sanità) oltretutto insieme all’Unione Europea ha fatto effettuare anche controlli in loco rilevando che le possibili contaminazioni, anche arrivassero da noi, non sarebbero preoccupanti; i livelli di contaminazione riscontrati sono estremamente bassi. Per capirci i livelli sono tali che per essere un rischio dovrebbero venir consumati continuamente per svariati anni.

Con questo non voglio sminuire la gravità del disastro nucleare avvenuto a Fukushima, ma farvi comprendere come una notizia del genere possa generare moltissimi danni sia ai produttori che ai consumatori del suddetto prodotto. Informarsi per la propria salute è sacrosanto, ma deve essere fatto nel modo più corretto.