25

Sul Kilauea è in corso un’attività esplosiva, ma questo non significa che il Kilauea è esploso come il St. Helens nel 1980 o il Pinatubo nel 1991, quando le sommità dei rispettivi vulcani vennero distrutte e le nubi di cenere arrivarono nella stratosfera, come farebbero presupporre i titoloni sensazionalistici di qualche giorno fa dell’ANSA:

o di Quotidiano.net:

Si hanno, in questo momento più vivace di un’eruzione che va avanti dal 1983, l’espulsione di cenere e lancio di balistici, eventi dati per possibili già una settimana prima che si verificassero.
Il Servizio Geologico degli Stati Uniti (USGS) riportava infatti il 17 maggio:

Just after 4 am this morning, an explosion or series of explosions from the Overlook vent within Halemaumau crater at Kilauea Volcano’s summit produced a volcanic cloud that reached as high as 30,000 ft asl based on NWS radar information. The cloud drifted generally northeast and traces of ash fell with rain in the Volcano Golf Course, Volcano Village, and other areas immediately around the Kilauea summit.

At any time, activity may again become more explosive, increasing the intensity of ash production and producing ballistic projectiles very near the vent. Communities downwind should be prepared for ashfall as long as this activity continues.

Poco dopo le 4 di questa mattina un’esplosione, o una serie di esplosioni, dal cratere Overlook, tra il cratere Halemaumau e la sommità del Kilauea, hanno prodotto una nube vulcanica che ha raggiunto un’altezza di 30000 piedi sul livello del mare stando alle informazioni del radar del Servizio Meteorologico Nazionale. La nube si è spostata verso nord-est e tracce di cenere sono cadute presso Volcano Golf Course, Volcano Village e altre aree in prossimità della sommità del Kilauea.

In ogni momento l’attività può tornare ad essere nuovamente più esplosiva aumentando la quantità di ceneri e litici balistici nelle immediate vicinanze della bocca eruttiva. Le popolazioni sottovento si dovrebbero preparare dalla caduta di ceneri finché durerà questo tipo di attività.

Non ci sono notizie del “panico” di cui parlano i titoli delle notizie riportate, anzi, da giorni si invita la popolazione a “heed all Hawaii County Civil Defense messages and warnings”, cioè prestare attenzione alle comunicazioni della protezione civile, ma l’attività vulcanica rimane relativamente nella norma e sotto controllo. La situazione non sembra essere delle migliori ma chi vive così vicino a un vulcano è preparato a gestire un’emergenza di questo tipo.


Grazie mille al lettore che ci ha fornito il materiale per questo veloce debunking.

La Redazione

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!