[message_box title=”NOTIZIA” color=”red”]Secondo alcuni siti internet Trump avrebbe detto: “L’Italia è il Paese più bello del mondo, peccato sia governato da incapaci”.[/message_box]

[message_box title=”FATTI” color=”green”]Trump non ha mai pronunciato quella frase, si tratta di un copia modifica e incolla di una vecchia bufala che circolava su Putin.[/message_box]

incapaci

Vedete, un tempo trattare certe bufale era anche divertente, chi le creava e metteva in circolazione almeno a far sorridere i più smaliziati ci provava. Oggi siamo di fronte a orde di cretini che impestano il web con siti usa e getta che non fanno altro che copiare, lievemente modificare e ripostare vecchie bufale.

È il caso di questa notizia che in poche ore mi avete segnalato in tantissimi:

Trump: “l’Italia è il Paese più bello del mondo, peccato sia governata da questi incapaci”.

Pubblicata su testate degne dell’articolo di Neil sulle News 2.0 e che abbiamo visto circolare solo un anno fa, praticamente identica con solo il soggetto diverso. All’epoca impazzavano le castronerie a tema Putin, oggi piacciono quelle con il nostro Presidente col ciuffo. Ma siamo sempre agli stessi livelli: notizie totalmente inventate per far abboccare analfabeti digitali che non hanno la più pallida idea di come riconoscere una notizia attendibile da una non attendibile. Purtroppo quelle non attendibili sono tante, troppe, e l’idea che ci sia una nuova generazione di bufalari che sta rimettendo in giro quelle vecchie cambiando i soggetti è deprimente. Vedete, a me il Corriere del Mattino faceva sorridere a denti stretti, ma almeno mi faceva sorridere. Qui siamo di fronte a biechi soggetti che non hanno a cuore altro che il proprio portafogli.

Spesso quando parlo in giro per l’Italia di fake news mi viene chiesto se non mi dispiace che a cascarci siano tanti over 40, la risposta è no, perché in realtà io onestamente vedo cadere nelle bufale di queste finte testate uno spaccato dell’Italia. Provate anche voi a inserire nella ricerca di Facebook il titolo della notizia e vedete chi lo condivide, in questo momento a me risultano almeno una trentina di profili di maschi sui trenta, qualche pensionato, ma anche giovanissimi. Insomma come spiegava l’OCSE in Italia non siamo messi proprio bene.

Non attaccate chi condivide questa robaccia, cercate di farlo ragionare con calma e serenità, oppure rimuovetelo dagli amici, discutere e litigare serve solo a rafforzare la loro ignoranza e a peggiorare la vostra giornata (a meno che non siate un troll).

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!