La necessità di fare apparire l’Unione Europea come un’accozzaglia malmessa è forte, e così, cosa di meglio che attaccare un’altra volta Junker? Oltretutto quando ci sono i primi due giornali britannici più letti al mondo a dar man forte ai detrattori è facile sparare sul presidente della Commissione Europea, quasi quanto sparare sulla Croce rossa.

JEAN-CLAUDE DRUNKER? EU boss Jean-Claude Juncker takes a tumble at glitzy dinner bash

Abbiamo già parlato del presunto alcolismo di Jean-Claude Junker, ma evidentemente repetita iuvant.

Nel 1989 Juncker ebbe un grave incidente d’auto che lo portò a rimanere in coma per due settimane. Le conseguenze dell’incidente, sommate a una sciatica di cui Juncker ha già parlato più volte, portano a quell’andatura claudicante. Chiunque abbia un parente che soffre di sciatica sa come possa essere dolorosa e che contorsioni il corpo porti a fare per evitare movimenti dolorosi.

Lo stesso Juncker in un’intervista a Liberation, parlando di questa campagna denigratoria, spiegava:

Ho un problema di equilibrio con la gamba sinistra che mi costringe ad afferrare il corrimano quando sono su una scala. Un ministro olandese, che avevo afferrato per un braccio dopo pranzo, disse che ero ubriaco. Questo problema risale a un grave incidente automobilistico. Nel 1989 ho trascorso tre settimane in coma, poi sei mesi su una sedia a rotelle. 

Guarda caso, anche stavolta, a muovere accuse di ubriachezza di Junker sono sempre i soliti The Sun, Daily Mail e compagnia bella. Testate e blog che a furia di disinformazione e manipolazione dei fatti hanno fatto la loro parte nel convincere i britannici a votare sì per uscire dall’Unione. C’è gente che sulle bufale ci campa, c’è gente che sulle bufale ci vince le elezioni o i referendum.

Sullo stesso Mail a fine articolo, dopo una serie infinita di fotogrammi che mostrano Junker che viene sorretto, sono riportate le sue dichiarazioni in merito all’accusa di alcolismo:

Il signor Juncker ha ripetutamente negato di essere un alcolizzato e ha insistito sul fatto che il suo aspetto a volte scoordinato è dovuto al mal di schiena cronico noto come sciatica.

…Alla domanda diretta se l’alcol avesse giocato un ruolo nel suo inciampare alla NATO, ha detto: “Sono davvero colpito dall’interesse con cui alcune persone stanno affrontando questi problemi che non sono nemmeno marginali e chiedo rispetto.” Ha aggiunto: “Avevo la sciatica e inoltre avevo i crampi alle gambe” aggiungendo che “rideva per la meschinità” di ciò che veniva detto su di lui.

Ma la cosa più macroscopica che dovrebbe farci comprendere l’immensità della sciocchezza è che Junker ha a che fare con centinaia di persone ogni giorno, le accuse di alcolismo arrivano invece solo da due testate britanniche antagoniste dell’UE, che riportano di seconda mano, o al massimo da politici avversi (ma anche qui parliamo di rari casi tra quelli che negli anni l’hanno conosciuto e frequentato).

LEGGI ANCHE:  Inala monossido di carbonio e cambia lingua madre

Nessun altro delle centinaia di persone che hanno a che fare con lui sostiene l’accusa, nessun giornalista accreditato, nessuno dei tanti impiegati del Parlamento europeo. Inoltre Junker ha a che fare con capi di Stato da tutto il mondo, rappresentanti di potenze di vario livello, non a tutti i costi amici dell’UE, ma nessuno che abbia prodotto una singola prova a sostegno delle accuse.

Infine è possibile sentirlo parlare nelle stesse giornate in cui è accusato di essere ubriaco e incespicare. Ascoltandolo parlare in una lingua che non è la sua prima lingua, ci vuole poco per accorgersi quanto sia lucido, e non offuscato dai presunti litri di gin.

Ma tanto la narrazione di chi ha bisogno di renderlo un nemico sarà sempre la stessa. Chi li segue non legge BUTAC, e anche lo facesse qualcuno gli spiegherà quanto poco siamo affidabili:

Visto che anche il Daily Mail lo definisce “Drunker” si può dire che i presunti siti antibufala, butac e altri che sostengono sia sciatica, sono totalmente inaffidabili.

Omettendo che lo stesso Mail è noto per essere inaffidabile.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!