febbre

Ci sono pagine Facebook che nascono con intenti ben precisi: a volte si tratta di diffondere propaganda elettorale, a volte pubblicità a marchi meno noti, a volte si tratta di mezzi sfruttati per truffare gli inconsapevoli visitatori. Poi ci sono quei casi in cui non è possibile definire il perché siano nate queste pagine, si sa però che hanno un’agenda da seguire.

È il caso di La Calabria per Nadia Toffa, pagina social che sembra essere nata per solidarietà verso la nota Iena televisiva. Il 4 giugno diffondono questo post:

SOS Ragaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Mi sono svegliata con la febbre 🤒
Vabbè, ma nonostante questo sapete che vi dico? Questa malattia SCHIFOSA 🤮 non vincerà su di me 💪🏻😊 vincerò io grazie all’amore che mi state dimostrando.👏🏻👏🏻👏🏻

Sì, ve lo ripeto, VINCERÒ IO‼💪🏻💪🏻💪🏻💪🏻

Fatelo sapere a tutti… condividendo questo post sui vostri profili, nei gruppi Facebook e anche sulla lunaaaaaa 🌓

GRAZIE GRAZIE GRAZIE 🙏🏻 😊
KISS KISS KISS

A corredo una foto di Nadia Toffa con termometro che mostra appunto il suo stato febbrile.

Peccato che la foto risalga a ottobre 2012, sei anni fa. Rubata dal profilo della stessa e ripostata come se nulla fosse, estrapolata dal suo contesto, con un messaggio in prima persona, come scritto da Nadia stessa.

Nadia a ottobre 2012 ci diceva:

Nooooo!!!! Ho la febbre!!!! Saranno gli sbalzi di temperatura?! Beh sono passata da Milano dove sembrava novembre a Roma dove c’erano 34 gradi!!!! In effetti…potrebbe essere….E voi? Come state?

Noi stiamo bene Nadia, e ci auguriamo lo stia anche tu. Come ci auguriamo che il minus habens che, per fame di like, posta a nome tuo stia sempre bene, ma che la sua pagina Facebook e le altre che probabilmente gestisce vengano chiuse al più presto. Non è con i fake che si dimostra solidarietà, ma col rispetto e l’affetto verso un personaggio televisivo che ha saputo farsi apprezzare da tanti, coi suoi alti e bassi.

Non credo sia necessario aggiungere altro, ritengo la pagina La Calabria con Nadia Toffa una pagina gestita da sciacalli che sono solo alla ricerca di facili like. Se volete seguire Nadia potete farlo sui profili ufficiali.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!