DANIMARCA-TASSE-FUFFA

 

 

No, è solo fuffa politica spacciata da testate che vogliono disinformarvi! Dovremmo esserci abituati, al vecchio giochino del verificare le informazioni. E invece nulla.

Gira da qualche giorno un articolo che racconta di come la Danimarca stia dichiarando guerra “all’uomo delle tasse”. L’articolo è fuffa, o meglio: la storia originale parla di un episodio singolo di qualcuno che AVREBBE dato fuoco a 10 vetture di proprietà dell’agenzia delle entrate danese. C’è un problema, non minuscolo: l’articolo in Danimarca è uscito su di una testata che la Wiki definisce così:

a Danish tabloid newspaper focusing on sensationalist news and political revelations.[1][2] Since 1979 it has always had a partly or completely naked woman on page nine which is referred to as Side 9 Pigen (“The Page 9 Girl”),[3][4] a Danish equivalent of the Page 3 girl in the United Kingdom.

Prendereste per buone le notizie di Cronaca vera? Bene, questa ne è l’equivalente.

Nessun’altra testata seria danese riporta la notizia, ma questo poco importa alle testate italoidiote che l’hanno ripresa. A loro interessa solo VENDERVI l’idea che all’estero siano in atto rivolte e ribellioni con città a ferro e fuoco. Sono gli stessi dementi che riportavano la notizia FALSA dei ragazzi che in Grecia si iniettavano l’AIDS per avere sussidi statali. Parlo di testate con un pubblico che VUOLE leggere queste notizie; un pubblico che non è interessato alla realtà e vuole solo avere ragioni per essere arrabbiati, odiare e urlare. L’informazione non è questo.

Essere capaci di discernere tra notizie tendenziose potenzialmente false e la realtà deve essere una priorità del nostro sistema scolastico. In futuro il web avrà sempre più importanza: se siti e testate come queste non vengono demistificati sul nascere, il rischio è che tra 10 anni sarà impossibile distinguere la realtà dalla fuffa. Vi prego, stateci attenti.

Per tornare alla nostra notizia, vorrei che rifletteste: che senso ha collegare un suicidio del 2010 in USA ad un vandalismo del 2015, se non il darvi ad intendere di una rivolta in atto a livello mondiale?

Fuffa al quadrato.

Se domani un italiano minacciasse un agente di Equitalia, questi soggetti titolerebbero “Rivolta degli italiani contro gli agenti delle tasse”. Ingigantire, inventare, disinformare.

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

Previous articleIl metodo Bugs Bunny
Next articleDionidream e le banane
46 anni bolognese, blogger. Nel 2013 ho fondato Bufale un tanto al chilo, per amore della corretta informazione. All’attivo oltre tremila articoli come autore, oltre a collaborazioni varie. La “missione” del sito è di dedicarsi alla lotta contro le bufale e la disinformazione online. Permaloso, scettico, avvocato del diavolo, razionalista. Che dire, non mi manca nulla per farmi "amare" da tutti, no? Scrivo su Bufale un tanto al chilo dalla sua nascita, ma prima c'era Lega Nerd.