Concita De Gregorio, secondo alcuni virgolettati che si vedono in giro, avrebbe detto:

Un ministro alla presenza di un sottosegretario mi confidò che il progetto del PD era quello di cacciare Ignazio Marino, far vincere le elezioni ai 5 Stelle mettendoli in condizione di fallire e distruggerli politicamente.

Ma basta sentire la trasmissione messa in onda da IndieLand per accorgersi che le cose dette sono simili ma non uguali.

Quello che io ho visto e sentito in quegli anni con le mie orecchie è stato: mandiamo via Marino, facciamo perdere il PD, facciamo perdere Roma al centro sinistra mettiamo al governo i 5stelle lasciamo che i 5stelle governino Roma in modo tale da dimostrare che non sanno governare e quindi in questo facendo indirettamente campagna elettorale per il centro sinistra… Un ministro in carica in presenza di un sottosegretario – ricorda ancora l’ex direttrice de L’Unità – mi ha confidato in forma riservata (ma in tre persone non è più un segreto) che il piano era quello di “buttare giù Marino perché inaffidabile politicamente per Renzi.

Lo so che ci sarà subito qualcuno che verrà a dirmi che ne sto facendo questioni di lana caprina, ma è politica. Sarebbe importante che imparassimo a decodificarla, perché ne dipende la vita del nostro Paese. La De Gregorio dice cose sensate, spiega chiaramente quale ruolo abbiano i giornalisti nel nostro Paese:

I politici possono anche fare i loro risiko, ma se i giornali e i media anziché smascherarli li assecondano hanno firmato la loro condanna a morte, è finita la loro credibilità.

Purtroppo i giornalisti italiani in molti casi ci hanno abituato alla mediocrità, all’attacco sempre e comunque, basta che vada nella giusta direzione. Poco importa che ci siano solide basi per farlo. Che il PD avesse nei proprio piani l’allontanare Marino per mettere al suo posto proprio i 5 stelle lo sa la direzione del PD. Noi possiamo appunto basarci su quanto riporta la De Gregorio.

Quello che dovrebbe essere chiaro a tutti è che è molto diverso sostenere “mettiamoli nelle condizioni di fallire” o “lasciamo che i 5stelle governino Roma in modo tale da dimostrare che non sanno governare”. In un caso c’è una strategia volta a mettere i bastoni fra le ruote e creare ad hoc situazioni per cui facciano figuracce. Nel secondo invece si tratta di “siccome siamo convinti siano incapaci, lasciamo che se ne accorgano anche gli elettori”. Nel primo caso potrebbero esserci avvisaglie di pratiche scorrette, nel secondo si tratta solo di una considerazione basata su un’opinione.

Non posso dirvi se sia vero o meno che il PD avesse una precisa strategia su Marino come sostiene la De Gregorio, ma non è questo il punto. Si tratta solo di fare chiarezza sulla citazione lievemente manipolata. Ccitazione che è verificabile da chiunque, e che ogni giornalista che si rispetti dovrebbe riportare nella maniera corretta e completa. Fare in qualsiasi altra maniera significa manipolare la notizia. E questo è sempre sbagliato.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!