Sta circolando la notizia di gravi danni ambientali in Friuli, danni causati da una coltivazione OGM non autorizzata.

L’allarmismo nasce probabilmente anche per colpa dell’ANSA e della COLDIRETTI che hanno ingigantito di non poco un Audizione fatta dalla Commissione Agricoltura della Camera all’Ingegner Cesare Patrone, capo del corpo forestale italiano da ben 9 anni.
La sua audizione è stata così male interpretata che ieri per ribadire il concetto ha rilasciato questo comunicato stampa sul sito del Corpo Forestale:

OGM: FORESTALE, IN FRIULI CONTAMINAZIONE AL 10% SOLO NEI CAMPI LIMITROFI
Ispettorato Generale

Roma, 7 novembre 2013 – Con riferimento alle notizie apparse su organi di stampa relative a contaminazioni di coltivazioni OGM in Friuli, si ribadisce che il valore del 10% dell’inquinamento del mais transgenico della varietà Mon810 si riferisce, come dichiarato dal Corpo forestale dello Stato nell’audizione del 6 novembre in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, esclusivamente ai terreni limitrofi a quelli seminati a OGM.

Ovvero con stile e aplomb non italiani ha inteso dire: “La smettete di scrivere boiate?”
SI è vero c’è stata una semina OGM non autorizzata, si è vero c’è stato un inquinamento di mais OGM nei campi limitrofi, ma lieve, NON e’ UN DANNO AMBIENTALE, non siamo in alcun stato di emergenza e/o allerta!

Qui il link al Corpo Forestale:
http://www3.corpoforestale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8314

QUi all’ANSA infingarda:
http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/rifiuti/2013/11/06/Friuli-contaminazione-campi-Ogm-fino-10-_9579392.html

Ma temo di sapere che anche l’ANSA a volte non fa Fact Cheking, e abbia pubblicato il proprio pezzo pigliando per buone le info che venivano da qui:
http://www.coldiretti.it/news/Pagine/756—6-Novembre-2013.aspx

Pseudo Giornalismo italiano al suo meglio!