Londra

PREMESSA

Quanto segue non rientra nel campo delle sbufalate, la foto dell’islamica a passeggio per Londra con sullo sfondo i feriti dell’attacco terroristico è vera. Magari andrebbe vista ingrandita (come faremo tra poco) per valutare l’espressione della ragazza, ma è assolutamente vera, ogni interpretazione è a carico di chi la guarda. Quanto segue sono miei personali opinioni più qualche informazione aggiuntiva sullo scatto. Ma non arrivate a commentare dicendo ecco vedi la foto è vera e tu ne parli come se fosse una bufala, perché dimostrereste tutto il vostro non aver capito.


Indignarsi

Non c’è niente da fare, indignarsi è diventato il secondo sport nazionale dopo il giuoco del calcio, al terzo posto il tifo politico da stadio. Tanto per essere un paese davvero avanzato non ci facciamo mai mancare nulla. Difatti da qualche ora blog e siti italioti stanno condividendo l’immagine che vedete qui sotto, quasi tutti molto attenti a lasciarla in dimensioni ridotte:

Qui siamo su La Gazzetta della sera, sito che come ben sapete pubblica notizie per lo più non verificate, che attirino click di uTonti e indignati. Il signore che lo gestisce ha fatto i soldi con la vostra indignazione. Ma non è la Gazzetta a lanciare l’immagine, no, loro la prendono da Mi Sto Col Vitto, altro sito di quelli da cui io prenderei le distanze.

Lo scatto, il volto

Ma vediamo cosa ci viene raccontato sulla base di una singola foto:

Attentato di Londra di oggi. Inglesi si disperano e assistono le vittime. Musulmana passa indifferente perchè hanno colpito gli altri, però non voglio fare quello che urla contro un’intera religione, ma fa impressione questa foto.

Credo che a parlare sia lo stesso Vitto, e fossi in qualche suo parente vicino lo piglierei volentieri a schiaffi. L’immagine mostra una donna, che indossa un velo (più precisamente un hiyab hijab). La donna se la si guarda di sfuggita sembra essere presa dal suo telefonino, incurante di quello che avviene attorno. Ma basta cercare la foto ad una risoluzione migliore per guardarla in volto.

A me non sembra indifferente, le labbra pendono all’ingiù. Una mano sulla guancia. Ma poi basta fare una veloce ricerca per trovare altre foto con altri soggetti, tutti indifferenti?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sia chiaro, non conosco la ragazza islamica della foto, come però non la conosce il caro Vitto. Pretendere di raccontare una storia basandosi su un singolo scatto e accusando la ragazza di essere indifferente alla tragedia è da sciocchi, o molto scaltri, perché consci dell’ignoranza dei propri lettori, che condivideranno sicuramente indignati.

Sia chiaro, come Mi STo Col Vitto tanti altri la stanno facendo girare un po’ ovunque, quasi tutti mi sono sembrati indignati, non sono andato a cercare chi sia il primo che l’ha postata in Italia, poco mi importa. Lo so, non vi ho proposto una sbufalata, si tratta di mie personali opinioni, d’altronde era segnalato in apertura, e questo resta pur sempre il mio blog.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!