topimilano2

PREMESSA

Ultimamente qualcuno di voi si è lamentato dei miei toni troppo denigratori. Bene: ho provato a migliorare la cosa e negli scorsi due giorni i miei articoli han tentato di ricalcare i toni dei primi mesi di BUTAC – pulito, scanzonato, “professionale”.
Ma quando è troppo è troppo. Sappiate fin da subito che qui sotto non ci sono andato leggero con la perculata e se siete davvero fan di BUTAC della prima ora, capirete il perché; se non lo siete, capirete (spero) leggendo. Se siete per le analisi senza perculate, questo pezzo non è per voi, girate al largo. Su Butac ci sono tantissimi articoli scritti in maniera seria e professionale, guardatevi quelli…

I topi di Milano

Ieri il “grande” Lorenzo Croce è riuscito ad avere la prima pagina su tantissime testate, perfino il TG5 con intervista, mi dicono! Non ho avuto cuore di cercare l’eventuale video, mi basta vedere quante testate hanno pubblicato la sua “notizia”.

Aidaa: “A Milano cinque milioni di topi”

5 milioni di topi?! Ma Lorenzo vive da sei mesi nelle fogne meneghine! Li ha contati tutti, uno per uno; con alcuni ha pure stretto amicizia e ha scelto di chiamarli per nome! La cosa gli rende onore, ama tutti gli animali senza eccezione! I topini con cui ha fatto amicizia lo ricambiano premendo i tasti per lui e, in barba alla teoria delle scimmie, scrivono articoli sensati! Che evidentemente SBANCANO davvero ovunque, visto quante testate hanno colto quest’ultima boutade!

La cosa bella è che persino il vicesindaco di Milano è intervenuto sulla cosa, smentendo le parole del nostro caro Lorenzino, presidente dell’AIDAA:

COMUNE, STOP A BUFALE SUI TOPI: ATTENZIONE A REATO DI PROCURATO ALLARME

E’ incredibile che vi sia qualcuno che pur di avere un po’ di visibilità mediatica lanci allarmi infondati. L’ultimo caso è quello dell’associazione AIDAA che parla di ‘cinque milioni di topi a Milano’. Si tratta, lo ripetiamo, di un allarme grave non suffragato da alcuna prova. E non è la prima volta. Tra i tanti episodi rilanciati da questa associazione (riscontrabili da una semplice ricerca in rete), ricordiamo i presunti casi di avvelenamenti di cani nei parchi cittadini e in particolare l’episodio della morte di tre labrador al Parco Sempione, ripreso purtroppo da tante testate giornalistiche. Giova ricordare che anche quel caso fu puntualmente smentito dalle verifiche della Polizia Locale e della Asl, con inutile dispendio di energie e di risorse pubbliche. Una bufala insomma. E’ necessario che chiunque affronti vicende che rischiano di avere impatti negativi sulla popolazione verifichi con attenzione e responsabilmente ogni notizia, in quanto come è noto, il codice penale prevede anche il reato di procurato allarme.
Il Corriere della Sera pare l’unico fino ad ora (ore 22:00 di domenica 21 giugno) ad avere recepito la cosa, ma lasciando a mio parere troppi margini di dubbio:

Aidaa: «A Milano 5 milioni di topi»Il Comune: «Una bufala»

Come se potessero esser messi sullo stesso piani un’associazione NON milanese, senza alcun vero servizio di controllo su Milano, e il comune stesso della città. Strano, visto anche che è proprio nell’archivio del Corriere che si trovano notizie sul nostro Lollo in epoca ormai remota.

Giornalista radiato

Lorenzo Croce che nel settembre del 1992 pubblico’ una falsa intervista a Craxi

Falsa intervista, radiato giornalista MILANO . Il giornalista Lorenzo Croce, che nel settembre ‘ 92 pubblico’ una falsa intervista a Craxi, e’ stato radiato dall’ Ordine dei giornalisti della Lombardia. L’ intervista fu pubblicata sulle “Gazzette” del gruppo Longarini.
Non so davvero più che fare. Su Croce e l’AIDAA qui su BUTAC trovate davvero molti articoli e a firme varie, perché ormai non sappiamo più come farvelo capire. Il signore è amante della visibilità e delle ricariche al cellulare. Tanto gli basta: i veri animalisti l’hanno scoperto sulla propria pelle quale orribile personaggio sia. Noi negli anni siamo stati tacciati di evasione fiscale, pedofilia, zooerastia; l’autrice che ha scritto uno degli ultimi pezzi su di lui si è beccata epiteti pesanti, ma noi non denunciamo,. non c’interessa:
Come cerco di spiegare ai tanti che mi chiedono come mai non lo faccia, visto che per diffamazione l’avremmo sempre vinta, spiego che a me non porterebbe NULLA. Non esiste sanzione contro Croce che possa darmi soddisfazione, perché tanto i dementi giornalari sottopagati e abituati a riempire le loro rubriche con qualsiasi cazzata gli capiti fra le mani continueranno imperterriti a pubblicare la sua fuffa!
L’unica cosa che mi farebbe gioire sarebbe l’intervento serio dell’Ordine dei giornalisti: non contro Croce, che alla fine fa il suo gioco ed è davvero in gamba nel farlo, ma contro TUTTE le testate che continuano a pubblicare la sua fuffa. Testate che io non compro più, testate per cui ho installato AdBlock per leggerle a scrocco anche online senza regalare visite. Perché chi non fa verifica dei fatti ed osa definirsi giornalista è l’unico che andrebbe SERIAMENTE punito!
Lollo, che posso dire? Continua così. Ogni volta che qualcuno firma un articolo dove viene fatto il tuo nome, so di avere a che fare con un cretino incapace di fare il proprio mestiere. Io lo aggiungo alla mia personale lista di articolisti da seguire solo per cercare bufale. Sei sul livello di Ermes Maiolica, ma lui almeno è durato solo un anno a bufalare, e ora sembra aver ripreso la corretta via. Tu sono anni che perculi!
Siete arrivati fin qui e vi starete domandando, “Ma la sbufalata?”. Non c’è: deve bastarvi quanto dice il vicesindaco di Milano. Se avete bisogno di una sbufalata a Croce, BUTAC non è il posto adatto. Ormai lo abbiamo trattato in tutte le salse! Sbufalare il nulla è inutile e ci sarà sempre quello che commenta dicendo, “ho visto un topo ieri sera…”
maicolengel at butac.it
PS
Attendo il buon Lorenzo nei commenti per sentire con quali epiteti mi apostroferà questa volta.
rat_man
PPS
Ho sempre un dubbio: e se questa campagna di Croce animalista voglia per lui essere la rivincita per la sua espulsione dall’Ordine? Un modo per dire, “La mia intervista a Craxi era falsa, ma avete idea di quanta fuffa pubblichino tutti i giorni i giornali? Fosse così avrebbe tutta la mia stima.PPPS
No, è solo scemo.
Vi lascio col solito posterino, che se venisse finalmente appeso in TUTTE LE REDAZIONI italiane eviterebbe tante sonore figure di cloaca.
CROCEAIDAA-VOLANTINO