Ma gli ospedali quanto prendono?

...diventano ricchi per ogni paziente COVID?

Dopo l’articolo dell’altro giorno che si rifaceva alle dichiarazioni di Guido Bertolaso su quanti soldi prendessero gli ospedali per i pazienti COVID siamo stati subissati di commenti, critiche e ulteriori segnalazioni.

Tra le altre cose ci è stato girato un documento da amici che lavorano nell’assistenza sanitaria privata. Un documento che riporta le cifre, proprio quelle cifre su cui si sta discutendo dal giorno dell’intervista di Bertolaso.

I numeri, ci spiace per Libero Quotidiano che li ha cavalcati come se fossero oro colato, sono, come avevamo previsto, decisamente diversi da quelli riportati nell’intervista all’ex capo della Protezione Civile, già trattata sia dai colleghi di FACTA che dall’amico David Puente.

Ci spiace anche per le tante testate che da Libero hanno ripreso la notizia senza fare nessuna verifica in più (Il Giornale e La Verità, a caso, sono le prime due che ci vengono in mente). Ci spiace perché nel nostro intimo ci auguriamo siano tutte testate destinate prima o poi a venire sanzionate per il quantitativo di disinformazione in malafede che pubblicano.

Il documento che abbiamo ricevuto viene dalla direzione generale Salute e Welfare della Regione Emilia Romagna, e riporta:

Pazienti Covid in terapia intensiva 1100/die Pazienti Covid Terapia Sub-Intensiva € 700/die Pazeinti Covid Altri reparti € 250/die.

Mille e cento euro al giorno. Quasi la metà di quanto sostenuto da Guido Bertolaso. Noi non abbiamo voglia di ripeterci, ma questa storia dei duemila euro gira da quasi giorni e sono tanti che insistono nel segnalarla. Come mai nessun responsabile delle Aziende sanitarie locali, conscio che si tratta di cavolate, ha chiamato i media per smentire? Spiegando magari quello già detto nei giorni scorsi su FACTA e su Open? Perché queste segnalazioni le devono fare sempre e soltanto i fact-checker?

Non credo di dover aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!