abbraccio

Questa fotografia mi ha intristito ed ero curioso di conoscere la storia che ci sta dietro. Sia chiaro, la foto che circola è vera, e racconta una scena straziante. Come ci spiega Repubblica:

Charlotte era un cavallo poliziotto ed è morta dopo essere stata investita da un camion. Qualcosa l’aveva spaventata e dopo aver disarcionato il padrone si è gettata in strada andando incontro alla sua fine. Questi sono gli ultimi momenti di vita, accompagnati dal dolore e dalla prostrazione del suo cavaliere.

E questa è la notizia. Ma come sempre Repubblica nelle photogallery racconta poco o niente, son solo tre righe, quindi la curiosità è salita,  e sono andato a cercarmi il tutto alla fonte, un quotidiano di Houston, il Chron.

Il poliziotto che l’abbraccia purtroppo non è il compagno del cavallo, ma il collega, visto che l’agente Herrejon al momento era in ambulanza verso l’ospedale. Il povero cavallo non è morto per l’incidente, ma è stato “messo a dormire” per non farlo soffrire. Le gambe posteriori avevano subito gravissimi danni. Charlotte non è scappata in strada, un cavallo della polizia è addestrato ai rumori forti, solo che stavolta erano molto vicini alla linea di mezzeria, e quando un rumore l’ha fatta girare e indietreggiare un poco, quel tanto è bastato perché un camion proveniente dalla direzione opposta la colpisse in pieno sul posteriore che aveva invaso la corsia. L’agente Herrejon era in sella al momento dell’impatto, ma ha riportato solo lievi contusioni.

La fotografia è stata scattata pochi minuti dopo da un passante,e come spiega la polizia di Houston al Chron:

The officer embracing Charlotte was not Officer Herrejon, according to police, but rather his partner, as Herrejon had been taken to  St. Joseph Hospital as a precaution.

Tutto ciò non toglie drammaticità alla foto, l’abbraccio è reale, e la povera Charlotte è morta. Mi lascia un filo infastidito che anche in una storia così semplice certi giornali siano capaci di romanzare i fatti, o perlomeno di non verificarli neppure per un secondo. L’articolo che vi ho linkato del Chron di Houston è di 6 giorni fa, la foto in Italia circola da meno di 48 ore, non ci voleva molto a fare un ricerca. Il tempo di copiare e incollare da una fonte più verificata della probabile velina stile tabloid da cui avete preso la notizia.

A man on a horse is spiritually, as well as physically, bigger than a man on foot.

~John Steinbeck

maicolengel at butac.it

Se volete contribuire a migliorare Butac, potete aiutarci con la nostra campagna su Patreon.