pioglitazone

Che i diabetici si curino tranquilli, la loro vescica non rischia tumori!

Sta circolando la notizia secondo cui il ministro Lorenzin starebbe volontariamente consentendo la vendita di farmaci potenzialmente cancerogeni.

Cattura
Ecco il farmaco che provoca il cancro, illegale in tutta Europa, ma libero in Italia. D’altra parte come può il nostro Governo negare alle Lobby dei Farmaci i loro sudati miliardi solo per una manciata di Italiani che pensano di curarsi e che invece crepano di tumore?

In particolare ci si riferisce alla molecola pioglitazone, farmaco largamente usato per la cura del diabete mellito di tipo II. Il farmaco in questione (appartenente alla classe di farmaci dei tiazolidindioni) agisce modificando la risposta delle cellule all’insulina.

Alcuni anni fa erano emersi dei dubbi circa il presentarsi di nuovi effetti collaterali, fra i quali il tumore alla vescica. In seguito a dei primi studi emerse che questo rischio era escludibile per le donne ma non furono ancora in grado di escluderlo per gli uomini, ai quali fu sconsigliato l’utilizzo se appartenenti a determinate classi di rischio come il presentare familiarità.

In seguito altri studi hanno terminato queste ricerche e l’anno scorso (i dati citati nell’articolo sbufalato risalgono al 2007-2008) questi studi hanno assolto sia pioglitazone che rosiglitazone come possibili cancerogeni.

Altre nazioni possono aver preventivamente adottato misure restrittive per la vendita, che è difatti stata in alcuni casi sospesa in vista di più chiare direttive europee, ma essendo stato dimostrato innocuo come farmaco non vi è attualmente alcun motivo di accodarsi al treno.

Queste notizie sono purtroppo i soliti allarmismi di persone ancorate a sospetti infondati vecchi decine d’anni ed ai quali non si sa rinunciare.

Uriel

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!