pollosauro

C’è un’abitudine orribile nel giornalismo: spararla grossa nei titoli per poi raccontare una storia diversa nell’articolo. Stavolta ci casca anche Wired.

pollosauro

Gli scienziati che stanno ricreando un pollosauro

Nell’Università del Cile un team di ricercatori è riuscito a riprodurre le gambe posteriori di un dinosauro manipolando geneticamente un embrione di pollo

Purtroppo no. Per quanto l’articolo sia corretto nello sviluppo e ci siano dei link – il minimo che mi aspetterei da un sito come Wired – la frase sopra trae in inganno il lettore. Anche nel testo viene ribadito il concetto:

Un passo in avanti importante in questa direzione arriva oggi dall’Università del Cile, dove un team di ricercatori è riuscito a riprodurre le gambe posteriori di un dinosauro, manipolando geneticamente la sviluppo di un embrione di pollo.

Lo studio lo potete trovare qui. Correttamente, ci viene detto che negli uccelli il perone è sottile, ha una forma a punta e non si ricollega alla caviglia.

160307153051_1_900x600

Come vedete dall’immagine, nei dinosauri queste ossa sono diverse, con il perone più lungo e tubolare. Quello che già si sapeva era che nelle prime fasi di sviluppo dell’embrione di pollo le due ossa crescono come nei dinosauri, per poi svilupparsi nella conformazione comune a tutti gli uccelli. Questo succede per via di un gene chiamato Indian Hedgehog: inibendo questo gene hanno ottenuto dei polli con tibia e perone simili a quelli dei dinosauri.

Quindi NO, non hanno prodotto dei polli con gambe di dinosauri, ma hanno prodotto dei polli che hanno sviluppato le ossa delle gambe come le avevano i dinosauri. Non immaginatevi quindi dei polli con le gambe dei velociraptor: nessun DNA di dinosauri è coinvolto nello studio e non è prevista la nascita di nessun pollosauro a breve.

However, these studies are not aimed to producing dinosaurs for commercial or non-scientific purposes, as in the “Jurassic Park” movie series.

Non è vero nemmeno che questi scienziati in Cile stiano sviluppando un pollosauro. Per quanto sia interessante la notizia, non è nemmeno la prima volta che si modifica il DNA dei volatili per replicare delle caratteristiche dei dinosauri. Botelho, lo scienziato dietro a questo esperimento, aveva in passato ottenuto un calcagno non invertito e a Yale hanno ottenuto dei musi simili ai dinosauri. Lo scopo di questi esperimenti non è appunto quello di ottenere dei dinosauri, che è impossibile, ma di poter studiare delle caratteristiche specifiche per testare delle ipotesi specifiche. Si conosce molto dell’evoluzione degli uccelli e, grazie ai fossili, della transizione dai dinosauri agli uccelli; questo porta a delle ipotesi che possono adesso essere testate e verificati in laboratorio.

Qualche tempo fa fummo accusati di “voler male” al giornalismo perché siamo contrari al rendere le notizie più “interessanti”, contrari al “condire” e rendere più “fruibili” le storie ai lettori. Tutto vero: non ha senso raccontare male le cose, e mettere in testa alla gente idee sbagliate solo per rendere più interessante un articolo. Non è giornalismo. Certo, c’è chi parla di ricreare i dinosauri dai polli, e ne parlano su Wired linkando la sua pagina, ma questa persona non ha nulla a che fare con gli esperimenti raccontati.

Ricordatevi di amare col cuore, ma per tutto il resto di usare la testa.

neilperri @ butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un caffè!