2228SETTEMBREASTEROIDE

Ah, non è Lercio? No, è Leggo che si diletta nello pseudogiornalismo. Anche se certe volte le due testate potrebbero tranquillamente scambiarsi le notizie.

La differenza tra Lercio e Leggo è che uno lo fa per farci sorridere, l’altro non riesce nemmeno in quello. Tristemente però, quella che è considerata a tutti gli effetti una “testata giornalistica” è Leggo. Ma è il solo a raccontarci fuffa: anche il Messaggero fa lo stesso partendo dalla stessa notizia del Mirror Inglese.

tesichocmessaggero

Vorrei ricordare che un redattore del Messaggero, più di un anno fa, quando cercai di far loro notare alcune bufale pubblicate dalla loro testata online (e offline) mi rispose in maniera decisamente offensiva. Questo è il giornalismo nel nostro paese!

Ma andiamo a vedere la notizia: c’è davvero un asteroide in rotta di collisione?

“La Terra potrebbe essere spazzata via da un meteorite tra meno di una settimana“. La tesi choc proviene da un gruppo di scienziati coordinati dal professor Robert Walsh, direttore esecutivo della ricerca alla University of Central Lancashire, nel Regno Unito. Come riporta il Mirror, lo studioso sostiene che ci potrebbe essere unpericolo imminente per il nostro pianeta e dunque per le nostre vite.leggo22-28settembre

Non c’è nessun drammatico appello del Professor Robert Walsh. Non è vero che abbiamo solo una settimana prima di venire spazzati via dalla faccia della terra. Se mi  venisse promesso  che il meteorite colpirà per prima la sede di Leggo forse mi sentirei un po’ sollevato. Ma so che non succederà…

Robert Walsh esiste, ed è veramente un ricercatore in astrofisica dell’Università del Central Lancashire, ma non ha lanciato un’allarme del genere! Il professor Walsh non si è espresso su questo meteorite e non ha lanciato alcun allarme, ma ha solo detto che secondo lui gli esperti della NASA dovrebbero prendere le minacce che arrivano dallo spazio in maniera più seria. Chi ha lanciato per davvero l’allarme è un gruppo che si chiama Blood Moon Prophecy, complottari senza altri interessi se non spargere fuffa sul web.

Lascia allibiti la pochissima professionalità di chi, a Leggo e al Messaggero, ha tradotto il pezzo del Mirror. Il tabloid britannico, a differenza di Leggo, pur aprendo in termini catastrofici subito dopo corregge un bel po’ il tiro:

So this asteroid strike, should we take it seriously?

What you may not realise is that Earth is hit with about a hundred tons of extraterrestrial material every day! However, this debris is in the form of numerous small rocks, the majority of which burn up in the planet’s atmosphere.

Earth has experienced very destructive impacts in the past – just ask any dinosaur; oh wait, you can’t! The Earth-smashing asteroid in that case has been estimated to be around 10 km across. So we have to take the threat seriously.

Is it possible that NASA may miss an asteroid travelling at speed?

In short, no.

The international astronomy community is taking seriously the slim threat of a devastating collision with asteroid. In April 2015, an international conference organised by the European Space Agency brought together several scientific disciplines (including astronomers, physicists and engineers) to debate and role-play the possibilities around dealing with an Earth directed asteroid collision.

L’articolo del Mirror è uno dei tanti fatti ad hoc per attirare uTonti, che probabilmente leggono solo il titolo e guardano le figure. Esattamente come i “giornalisti” italioti, che han tradotto la prima parte del pezzo, evitando accuratamente di tradurre la smentita finale.

Della luna rossa direi abbiamo già dibattuto a sufficienza qui.

Se fosse provata l’esistenza di un’entità che controlla come vanno le cose nel mondo, mi augurerei che prima o poi provvedesse a colpire gli autori di articoli come questi con forti attacchi di dissenteria. Almeno stando seduti sul “trono” non riuscirebbero a scrivere. Così facendo, magari, le suddette testate sarebbero costrette ad assumere veri giornalisti… ah no, è vero, quelli si sono estinti da tempo. Sigh…

Su Leggo gli asteroidi che annienteranno la terra sono notizie di cronaca che si ripetono da tempo, e finché troveranno ignoranti disposti a leggerle c’è poco da fare, continueranno ad essere una delle testate pubblicate nel nostro paese, peccato. Come abbiamo già detto, l’OCSE in fondo ha ragione: siamo in un paese con una percentuale di analfabeti funzionali imbarazzante.

Leggo e Il Messaggero non sono in black list solo perché pubblicano svariate notizie ogni giorno di cui solo una piccola parte è fuffa. Restano comunque testate che non leggerei, visti i sistemi truffaldini con cui cercano di attirare lettori sui loro siti web.

Sono parole al vento, so bene che continuerete a leggere quella carta da parati, ma ciò non toglie che sia deprimente!

maicolengel at butac.it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!