Quella che segue non è una sbufalata, solo una curiosità, a cui magari potremo dare risposta per merito della rete.

C’è un video che è andato molto di tendenza online, viene dal canale Facebook di Matteo Salvini, ed è presente anche sul suo canale Youtube (stranamente meno seguito di tutti gli altri canali social che Matteo Salvini sfrutta). Il video è quello dove Matteo Salvini afferma di aprire in diretta la lettera che gli è arrivata dalla Procura della Repubblica. Un “unboxing” giudiziario, anche se manca la scatola da aprire.

Un lettore mi ha fatto notare con più attenzione il momento preciso, al minuto 3:28 del video, in cui avviene l’apertura della busta. Per qualche decimo di secondo appare chiaro come la lettera fosse chiusa da semplice nastro adesivo.

 

Non è così che la Procura invia atti giudiziari, di solito sono ben sigillati. Sia chiaro, non posso mettere la mano sul fuoco di come siano davvero andati i fatti, ma una lettera indirizzata a un ministro, con una comunicazione decisamente personale, non credo sia da meno delle notifiche per querela che ricevo per raccomandata, anzi. Quelle che ricevo io sono ben incollate e per aprirle ci metto un po’ d’impegno (o uso un tagliacarte). Quella aperta dal nostro ministro dell’Interno invece cede facilmente, e mostra chiaramente un pezzo di nastro adesivo a tenerla chiusa.

Nulla di male, sia chiaro, magari è stata controllata dalla sicurezza per verificare chessò che non ci fosse antrace dentro, tutto è possibile, ma ritengo probabile – come mi è stato segnalato – che Matteo Salvini non sia il primo ad averla aperta (o comunque non in diretta FB) e che quindi si sapesse già da prima della live l’esito dell’unboxing. Nel caso tanto di cappello, questo è il risultato di una gestione dell’immagine di Matteo Salvini online fatta alla perfezione.

LEGGI ANCHE:  I virgolettati di Salvini

Una sciocchezza, sicuramente, ma che ci fa capire quanto è diventata importante per un politico l’immagine che dà di sé sui social, tanto da preparare delle piccole scene a effetto che faranno colpo sul proprio pubblico.

Curioso il dettaglio del post apertura, mentre il ministro mette via la busta si preoccupa di rigirare la parte adesiva verso il basso, perché non si attacchi ad altra roba o perché non si noti troppo nel video?

Non credo serva aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!