spiaggia fumo

C’è un articolo che, non è ben chiaro come, è tornato in voga in questi giorni. L’originale risale a maggio 2017, ma in questi giorni me l’avete segnalato in tanti.

Il titolo è questo:

Fumo, sanzioni in arrivo fino a 300 euro sulle spiagge

Sanzioni salatissime per chi fuma in spiaggia. Arrivano tempi duri per chi ama le “bionde”

Evidentemente tanti fumano e sono preoccupati dal titolone, tanti fumano ma sono troppo pigri per andare a leggere quanto viene riportato.

Sanzioni salatissime per chi fuma in spiaggia. Arrivano tempi duri per chi ama le “bionde”. Su tutte le spiagge italiane infatti scatterano (così nell’originale, perché il vero giornalismo è fatto anche di correzioni di bozze, ndmaicolengel) sanzioni fino a 300 euro per chi abbandona i mozziconi. E nonostante siano state inasprite le multe, adesso c’è chi chiede qualche misura in più. “Le multe in spiaggia fino a 300 euro per chi butta i mozziconi per terra “sono un bene ma non basta” si deve estendere “il divieto di fumo sugli arenili su tutto il territorio italiano” perchè la “spiaggia è spazio aperto ma le persone sono concentrate in pochissimi metri quadrati” e quindi “va salvaguardata la salute dei cittadini”. A chiederlo è il Codacons che “da anni si batte al fine di richiedere al Legislatore e a tutti i Comuni interessati” l’estensione del divieto di fumo anche sulle spiagge nazionali.

Avete letto con attenzione? Non c’è un decreto legge, ma le sanzioni di cui si parlava a maggio 2017 erano richieste del Codacons, di cui sapete già cosa penso. La multa da 300 euro del titolo non è “per chi fuma” ma per chi, ignorando ogni regola del buon vivere civile, usa la spiaggia come un’immensa discarica e ci butta i mozziconi.

Ben diverso dall’ipotesi “se fumi in spiaggia c’è una multa da 300 euro”. La norma oltretutto non risale neppure al 2017, ma al 2015, ed è entrata in vigore il 2 febbraio 2016. Nulla per cui strapparsi le vesti; al tempo stesso, per tutti i non fumatori vorrei ricordare che nella stessa legge è previsto che ci siano multe anche per chi butta a terra scontrini e piccoli rifiuti. Come recita:

È vietato l’abbandono di mozziconi dei prodotti da fumo sul suolo, nelle acque e negli scarichi. Al fine di preservare il decoro urbano dei centri abitati e per limitare gli impatti negativi derivanti dalla dispersione incontrollata nell’ambiente di rifiuti di piccolissime dimensioni, quali anche scontrini, fazzoletti di carta e gomme da masticare, è vietato l’abbandono di tali rifiuti sul suolo, nelle acque, nelle caditoie e negli scarichi.

Sono sicuro al 100% che ne siete tutti a conoscenza. Come sono certo che ogni volta che mancate il canestro (cestino) con la vostra cartina da buttare vi fermate a raccogliere il rifiuto, vero?

Anche perché in quel caso non si arriva a una multa da 300 euro, ma le sanzioni previste vanno da un minimo di 30 ad un massimo di 150 euro.

La proposta del Codacons di vietare le sigarette in spiaggia, invece, nel 2017 è andata a vuoto, non credo sia stata riproposta nel 2018. Ma come tanti comunicati stampa che hanno come mittente il Codacons è un ottimo sistema per farsi un po’ di promozione.

Non credo sia necessario aggiungere altro.

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon o su PayPal! Può bastare anche il costo di un  caffè!